Test Medicina 2021: quale sarà il punteggio minimo?

Dopo aver analizzato le prime impressioni a caldo degli studenti usciti dalle aule in cui si è svolto il test di Medicina 2021 e provato a capire di fronte a che tipo di prova si erano trovati, oggi abbiamo la possibilità di entrare più nel dettaglio dopo aver visionato il test ufficiale con le soluzioni pubblicato dal MIUR.

Abbiamo riunito i nostri esperti per studiare la prova, abbiamo analizzato gli elementi che sono risultati “vantaggiosi” per un concorrente ben preprarato, le criticità e le innovazioni presenti nei quesiti.

Con la serietà che ci contraddistingue, anche quest’anno cercheremo di rispondere alla domanda che ci state facendo in tanti: quale sarà il punteggio minimo di ammissione?

Diciamo subito che, come spesso accade, il test non ha premiato (o almeno non solo) lo studente che si è preparato tanto svolgendo centinaia di simulazioni, ma colui che ha imparato a ragionare in maniera critica sulle domande e ad applicare le tecniche risolutive dei quesiti (a questo argomento abbiamo dedicato tre articoli nella nostra rubrica A scuola di test)

In altre parole, per risolvere i quesiti innovativi e per scartare le alternative simili tra loro è stato indispensabile un giusto approccio tecnico e critico sui quesiti, come suggeriamo anche nel nostro libro Superare la prova a test.

Test Medicina 2021: analisi della prova

Analizziamo la prova materia per materia.

  • Logica: molte domande di logica matematica con problemi articolati, ma non complessi. Alcuni quesiti sono stati proposti con ragionamenti innovativi rispetto agli anni precedenti. Le tre domande di logica verbale non erano troppo impegnative. Nel complesso di livello medio;
  • Cultura generale: rispetto al test del 2020 sono state proposte più domande di tipo scolastico. Livello medio;
  • Biologia: la maggior parte delle domande sono di livello medio-facile. Alcune sono molto nozionistiche, mentre altre sono più ragionate; molto complessa la domanda con l’analisi del grafico relativa alla fotosintesi, innovativa la domanda con l’immagine della meiosi. Livello complessivo: medio;
  • Chimica: sicuramente la materia che determinerà il destino di molti concorrenti: non compare nessuna domanda nozionistica e semplice; prevalgono invece quesiti su argomenti specifici, poco noti e innovativi. Livello molto difficile;
  • Matematica e Fisica: alcune domande di matematica si potevano risolvere con metodi pratici, ma non era facile la risoluzione analitica. Per fisica le domande sono state in prevalenza di tipo teorico. Livello difficile;

In sintesi

Rispetto al test 2020, dove la soglia minima di accesso a Medicina è stata di circa 39,5 alla prima pubblicazione di graduatoria, in questo test abbiamo per confronto che:

  • La logica è di pari complessità
  • La cultura generale è più facile
  • La biologia è di pari livello
  • La chimica è più difficile del 2020
  • La matematica e fisica sono più complesse.

Nel complesso consideriamo la prova leggermente più difficile rispetto al 2020.

Errori nei quesiti

Altra insidia è rappresentata da alcuni quesiti errati e altri di dubbia risoluzione.

Il nostro team di esperti ha rilevato in particolare che:

  • I quesiti 21 e 56 hanno un errore del testo e non presentano un’alternativa propriamente corretta
  • I quesiti 2 e 23 hanno come risposta corretta un’alternativa diversa da quella ad oggi indicata

*Aggiornamento: il MIUR ha pubblicato la prova ufficiale con le soluzioni aggiornate in seguito alle numerose segnalazioni pervenute. Per il quesito n. 56 vengono assegnati a tutti 1,5 punti.

Punteggio minimo Medicina

L’anno scorso abbiamo stimato con successo il punteggio minimo di accesso, con un valore di 41 punti, quindi avvicinandoci di un punto al dato effettivo.

Quest’anno è meno facile ipotizzare la soglia di accesso: preferivamo aspettare anche noi la pubblicazione dei dati ufficiali per discuterne poi insieme, ma visto che stiamo ricevendo tantissime domande in merito proviamo a “sbilanciarci”.

Stimiamo che il punteggio minimo per l’accesso a Medicina, alla prima pubblicazione di graduatoria, possa essere intorno ai 37 punti, con un intervallo tra 35 e 39 punti.

Nella nostra previsione abbiamo annullato le domande 21 e 56 (il MIUR ha annullato solo la 56), cui abbiamo attribuito zero punti.

Per Odontoiatria il punteggio di accesso è stato storicamente circa un punto in meno.

Ci teniamo a specificare, però, che si tratta di una previsione e come tale va presa: l’ufficialità si avrà soltanto con la graduatoria del MIUR.

Appena avremo le prime informazioni ufficiali pubblicheremo un ulteriore articolo sulle previsioni degli scorrimenti di graduatoria e sui relativi punteggi.

Nel frattempo voi continuate a fare analisi e ad approfondire le nostre previsioni.

Lascia un commento