Test Medicina 2021: le prime impressioni dopo la prova

Lunghe code ai cancelli, attese snervanti, controllo della certificazione verde, mascherine e distanziamento hanno caratterizzato il Test Medicina 2021 appena terminato.

Tanta voglia di vincere, negli occhi dei concorrenti, mista alla consapevolezza di affrontare una dura prova.

A fine test si sono avuti i primi “exit poll”, grazie ai commenti dei ragazzi all’uscita delle aule.

Per dare il massimo di obiettività e realismo a quanto scriviamo in quest’articolo, abbiamo intervistato molti concorrenti per avere un’idea il più possibile chiara del tipo di prova.

Le domanda che tanti ci stanno ponendo sono principalmente due:

  • il test è stato più facile o più difficile del 2020?
  • con quale punteggio si entrerà quest’anno?

Rispondiamo con ordine, affidandoci ai primi “rumors” sulle varie materie:

  • Logica: sono state proposte domande di tipo classico, ma non sono mancati quesiti innovativi e qualche variante più difficile dei modelli maggiormente noti
  • Cultura generale: sono state davvero poche le domande che attengono a nozioni “scolastiche”
  • Biologia: quesiti tutto sommato “fattibili” per uno studente ben preparato
  • Chimica, domande di livello medio-difficile, considerando la presenza di quesiti sia nozionistici che di calcolo
  • Matematica quesiti di calcolo di non immediata risoluzione
  • Fisica domande prevalentemente teoriche, ma non semplicissime

Test di livello medio-difficile

Stando alle testimonianze raccolte, nel complesso ci sembra che sia stato proposto un test di livello medio-difficile, abbastanza in linea con la prova dell’anno scorso.

Le domande non sono molto omogenee, con alcuni quesiti facili per tutti e altri molto impegnativi.

Indubbiamente una preparazione di livello elevato ha premiato alcuni concorrenti che non si sono lasciati impressionare dalla prova.

Altrettanto vero, però, che tutti gli intervistati hanno trovato alcune domande molto specifiche e, soprattutto, molti quesiti mostravano alternative simili tra loro.

Attendiamo di vedere la prova per fornirvi un’analisi più precisa ed una stima del punteggio.

Prevediamo che il punteggio di accesso nazionale si discosterà al massimo di pochi punti da quello dell’anno scorso

Stiamo vicino a tutti voi, in attesa di poter rispondere meglio a tutte le vostre domande.

Articolo a cura di Marco Bonora e Antonella Cestaro