Maturità 2023: quando si svolgerà l’esame di Stato?

esame maturità 2023

L’esame di maturità è una delle tappe più importanti e attese da tutti gli studenti arrivati all’ultimo anno delle scuole superiori. Come ogni anno, la maturità si terrà nel mese di giugno ma quando comincerà esattamente nel 2023? Come saranno strutturate le prove?

Scopriamolo insieme.

Esame di maturità 2023: quando inizieranno le prove?

L’esame di maturità, quest’anno, inizierà il 21 giugno 2023 alle ore 8.30 con la prima prova scritta. Il 22 giugno sarà, invece, la volta della seconda prova a cui seguirà il colloquio orale che, generalmente, avrà inizio il lunedì successivo la conclusione delle prime prove e rappresenterà il momento finale dei cinque anni di superiori.

Come sarà la maturità?

Il Ministro dell’Istruzione Valditara ha annunciato il ritorno nel 2023 della prova di maturità così come conosciuta prima della pandemia. Gli studenti affronteranno, dunque, due prove scritte e una prova orale.

Come di consueto, a inaugurare gli scritti, sarà la prova di italiano, unica per tutti i maturandi, composta da sette tracce ministeriali tra cui scegliere. Gli studenti potranno decidere se affrontare l’analisi del testo, il testo argomentativo o il tema di attualità. La seconda prova sarà, invece, distinta in base all’indirizzo di studio. Le discipline saranno rese note entro la fine di gennaio 2023, con decreto ministeriale.

La prova orale si focalizzerà sulle competenze degli studenti e sulla loro capacità di creare collegamenti interdisciplinari. Non sarà, dunque, un’interrogazione sulle singole materie ma una prova che metterà in luce la bravura del maturando nel comporre ragionamenti che unificano tutte le conoscenze acquisite nel corso degli anni scolastici.

Il PCTO sarà requisito di ammissione?

Secondo le prime informazioni trapelate dalla bozza del decreto Milleproroghe, il PCTO potrebbe non essere requisito d’ammissione all’esame di maturità 2023.

I Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento anche se non indispensabili per accedere all’esame, potranno, però, essere oggetto del colloquio orale che gli studenti dovranno affrontare.

Voto finale

Il voto massimo che lo studente può ottenere alla maturità è 100. I punti che la Commissione attribuirà ai maturandi saranno così suddivisi:

  • Massimo 40 punti per credito scolastico
  • Massimo 20 punti per la prima prova
  • Massimo 20 punti per la seconda prova
  • Massimo 20 punti per la prova orale

Il punteggio minimo per superare l’esame di Stato è 60/100.

cosa studiare dopo la maturità?

Se non hai ancora deciso cosa fare dopo il diploma e hai bisogno di informazioni complete su corsi di laurea, attività formative e sbocchi lavorativi, scopri la Guida alla scelta del corso di laurea.

guida alla scelta del corso di laurea

In omaggio l’accesso al test di orientamento attitudinale O.p.S. (Orientarsi per Scegliere)

acquista
kit appunti edises