Test di ammissione 2021: cosa portare il giorno della prova?

test ammissione 2021

Ormai ci siamo.

Nei prossimi giorni si terranno i test di ammissione ai corsi di laurea a numero programmato nazionale.

È stato un percorso di avvicinamento lungo e faticoso: speriamo di esservi stati utili con i nostri consigli e approfondimenti.

Come facciamo ogni anno, oggi vogliamo dedicare un articolo agli aspetti più “pratici”: cosa portare il giorno della prova? Come si svolgerà il test? Quali saranno le procedure burocratiche?

Ecco alcune cose da non sottovalutare.

Test ammissione 2021: cosa portare?

Molti di voi si stanno chiedendo cosa portare il giorno del test e, soprattutto, temono di invalidare la prova dimenticando qualche documento importante.

Ecco quello che non dovete assolutamente lasciare a casa:

  • documento di identità valido: passaporto o carta di identità. Anche la patente è un documento di identità, ma è capitato in passato che alcune Università non l’abbiano accettata. Il nostro consiglio? Porta con te la carta di identità e non avrai problemi
  • ricevuta di iscrizione Universitaly: non tutte le università la richiedono, ma è molto meglio averla con sé il giorno della prova
  • ricevuta di pagamento della tassa di iscrizione: quando ti sei iscritto al test hai pagato la tassa tramite Mav, bollettino o carta di credito. Porta con te la ricevuta di pagamento!

Come da decreto del 23 luglio, quest’anno per accedere alle aule in cui si svolgeranno i test di ammissione sarà necessario essere muniti di Green Pass.

Per ottenere il green pass, come probabilmente già saprete, sarà necessario trovarsi in una delle seguenti condizioni:

  • avere almeno una dose del vaccino (in questo caso il green pass è valido fino al giorno fissato per la seconda dose, quindi nel caso di mancata seconda dose non è più valido)
  • effettuare un tampone (ovviamente con esito negativo) entro le 48 ore precedenti il giorno del test
  • essere guariti dal Covid-19 negli ultimi 6 mesi

Distribuzione delle prove e consegna delle risposte

Prima di distribuire le prove, il presidente di commissione o il responsabile d’aula sorteggeranno quattro studenti che verificheranno l’integrità delle scatole contenenti i test, dopodiché saranno distribuiti i plichi a tutti i candidati.

Ogni plico contiene:

  • la scheda per i dati anagrafici da compilare obbligatoriamente;
  • i quesiti della prova con il codice identificativo e 2 fogli per la “brutta copia”;
  • il modulo di risposte con relativo codice (uguale a quello dei quesiti);
  • un foglio con il codice identificativo, l’indicazione dell’Ateneo e del corso di laurea.

Per la compilazione del modulo delle risposte è obbligatorio utilizzare la penna nera fornita dall’Università.

Accanto ad ogni domanda il modulo riporta un piccolo cerchio che lo studente deve barrare per confermare la volontà di rispondere al quesito. Una volta affermata la volontà tramite la “x” nel cerchio, non è più possibile modificare l’indicazione.

È assolutamente vietato portare in aula cellulari, tablet, auricolari o strumenti simili, nonché fogli di appunti o penne, matite e altro materiale di cancelleria.

Alla fine della prova ogni candidato sarà chiamato a consegnare la scheda anagrafica e il modulo delle risposte, non prima di aver prelevato due etichette adesive con i codici a barre (messe a disposizione dalla commissione) da apporre sulla scheda e sul modulo.

Le procedure termineranno con la sottoscrizione da parte del candidato della veridicità dei dati contenuti nella scheda anagrafica e della corrispondenza dei codici delle etichette applicate sulla scheda e sul modulo.

Se hai qualche dubbio sulle procedure consulta i decreti del MIUR o il bando pubblicato dall’Università.

A questo punto, non ci resta che augurarvi un grande IN BOCCA AL LUPO!

Ultime esercitazioni

Negli ultimi giorni che precedono il test di ammissione vi consigliamo di tralasciare l’aspetto teorico (tranne nei casi in cui vogliate rinfrescare un piccolo argomento) e concentrarvi particolarmente sulle esercitazioni.

Lo studio che avete condotto in questi mesi (perchè l’avete condotto, vero?) sarà quello che vi garantirà solide basi per affrontare la prova, quindi può essere soltanto controproducente concentrarsi ancora sulla teoria.

L’unica cosa da fare è continuare ad esercitarsi, fare simulazioni e cercare di arrivare alla prova più allenati possibile.

Hai bisogno di una full immersion di esercizi last minute? Scegli una raccolta di quiz EdiTEST (magari in formato e-book per averla subito a disposizione) con simulatore online in omaggio.