A scuola di test: Studiare fisica

[vc_row][vc_column][vc_column_text]La fisica è una disciplina presente con sole 4 domande al test di ammissione di Medicina che, sebbene non siano molte, risultano essere  importati ai fini del superamento delle prova poichè c’è bisogno di rispondere ad almeno 45 domande in maniera corretta.

Preparati al test con il nostro manuale, l’eserciziario e i quiz suddivisi per materia.

Sfoglia il nostro catalogo.

 

Ma che cosa viene richiesto al test in fisica?

In generale i quesiti sono di tre tipi:

  • Domande sulla conoscenza del fenomeno
  • Domande in cui si chiede di conoscere o ragionare su una formula
  • Quesiti applicativi

Prima di spiegare queste tre tipologie,utilizzando quesiti ufficiali degli ultimi anni, è bene considerare che il test si svolge sull’intero programma scolastico, dalla cinematica al campo magnetico. Nel complesso le domande del passato non sono mai state troppo impegnative, ma quelle dell’anno scorso erano veramente molto semplici. E’ sempre utile ricordare che i quiz sono strutturati per essere risolti in poco più di un minuto, quindi qualsiasi domanda non può richiedere troppi calcoli matematici.

Potremmo affermare che le domande negli ultimi dieci anni hanno fatto quasi sempre riferimento a quella ventina di formule principali con ragionamento sui fenomeni fisici connessi. In altre parole è preferibile studiare la fisica “a strati”, cioè approcciare prima agli argomenti più importanti di ogni capitolo, poi ai secondari e poi agli approfondimenti.

Vediamo le principali tre tipologie di quesiti attraverso domande ufficiali proposte ai test di ammissione a Medicina negli ultimi anni.

Domande sulla conoscenza del fenomeno

Osservando un oggetto perfettamente immobile in galleggiamento nel mare, che cosa si può dire delle forze che agiscono su di esso? (Test 2016)

  1.  Agiscono più forze, ma la loro risultante è nulla
  2.  Agiscono solo le forze convettive delle correnti marine che lo tengono sollevato dal fondo
  3.  La forza peso non agisce in mare
  4.  La forza di Archimede risulta maggiore di tutte le altre forze
  5.  Non agisce alcuna forza

Risposta A. Se un oggetto è fermo la risultante delle forze è nulla.

Domande in cui si chiede di conoscere o ragionare su una formula

Un corpo di massa m è inizialmente a riposo. La velocità del corpo varia uniformemente da zero a v nel tempo t. Cosa rappresenta l’espressione mv/t per il corpo considerato? (Test 2015)

  1.  La quantità di moto finale
  2.  L’accelerazione media
  3.  La forza risultante
  4.  La potenza media
  5.  L’energia cinetica finale

Risposta C. La forza si esprime come il prodotto della massa per l’accelerazione

Quesiti applicativi

Quando due resistenze elettriche (rispettivamente uguali a R e 4R) sono collegate in serie, la resistenza equivalente della combinazione è pari a 50 Ω. Se le medesime resistenze fossero collegate in parallelo, quale sarebbe la resistenza equivalente?

  1.  50 Ω
  2.  10 Ω
  3.  12 Ω
  4.  32 Ω
  5.  8 Ω

Risposta E. Se la resistenza totale è pari a 50 vuol dire che R=10. Perché in serie la resistenza totale è somma delle singole resistenze: 50 = R + 4R ovvero come detto sopra R=10. In parallelo si usa la formula: da cui R = 8

Quindi, riassumendo, possiamo dire che è importante studiare la fisica dando spazio in primis alla conoscenza del fenomeno e in seguito allo studio delle formule e dei relativi quesiti applicativi.

Un’ultima cosa: è importante svolgere molti quiz. Esercitati partecipando alle nostre simulazioni collettive di Medicina.

Buono studio a tutti!

 

 

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.