I test d’ammissione 2015 premiamo una candidata del Nord

E’ Torinese la studentessa arrivata prima ai test di ammissione 2015 di medicina, per l’accesso all’anno accademico 2015/2016.
Si chiama Federica Sobrero, è per la precisione di Benevello, vicino ad Alba, ed è la prima tra i quasi 60mila candidati al test di Medicina : ha ottenuto 80,9 punti su 90 ed ha conquistato un vero e proprio record, se si pensa che più della metà dei candidati non è nemmeno arrivato ai famosi 20 punti – soglia minima per accedere alla graduatoria.

Leggi anche: Test di Medicina 2015, l’analisi della prova e punteggio minimo di ammissione

La candidata più brava d’Italia

Il suo desiderio di accedere a Medicina era così forte che, oltre al test nazionale alla Statale, ha provato quest’anno anche i test presso Pavia, la Cattolica e il San Raffaele di Milano, in italiano e inglese e, neanche a dirlo, li ha vinti tutti.
Una bella testa, se si considera che, oltre alle doti naturali per le materie scientifiche, ha applicato forte metodo allo studio: valutazione dei test degli anni precedenti, comprensione e studio approfondito delle varie tipologie di domande “trabocchetto” e studio in compagnia, su libri di preparazione appositi.
Vinti tutti i concorsi, studierà forse medicina in lingua inglese a Pavia, per poter “collaborare con l’estero” senza abbandonare il proprio paese, preferibilmente in settori come l’oncologia o chirurgia ricostruttiva. Difatti i risultati del test in inglese arriveranno solo il prossimo 14 ottobre e solo allora deciderà se continuare nel capoluogo piemontese o trasferirsi in Lombardia.

Ma Federica non è la sola ad aver totalizzato un punteggio così alto: insieme a lei anche uno studente di Napoli ha raggiunto 80,90 punti, ma, da decreto ministeriale, avendo ottenuto meno punti nella logica (materia regina per valore ai test di ammissione) a parità di punti la più “brava” risulta Federica.

La performance dell’Università di Cagliari

Tra le altre “curiosità” dei test 2015, una menzione va all’Università di Cagliari. Da quando la graduatoria è nazionale tutti i posti disponibili a Cagliari saranno ricoperti da sardi, e solo uno degli studenti concorrenti dovrà andare fuori a studiare, occupando un posto in un’altra sede. Come prestazione complessiva, Cagliari ha infatti ottenuto il 100,51% , che si traduce in 199 studenti idonei (su 198 posti disponibili).

Il test di ammissione 2016

Infine non dimentichiamo che, archiviate le prove 2015, non è mai troppo tardi per cominciare a studiare per settembre 2016. Diventa necessario per gli studenti dell’ultimo anno iniziare una preparazione mirata e approfondita che dovrà affiancarsi allo studio curriculare delle superiori in vista degli esami di stato. C’è addirittura chi è particolarmente determinato e lungimirante da iniziare la preparazione specifica per i test d’ingresso durante il quarto anno delle superiori avendo il vantaggio di non dover pensare agli imminenti esami di stato, ma è impensabile pensare di poter iniziare a prepararsi dopo l’esame di maturità, vista la concorrenza spietata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.