Ammissioni a Medicina 2014: curiosità statistiche (II parte)*

Ammissioni a Medicina 2014: curiosità statistiche (II parte)*

Oggi c’è stato il primo scorrimento vero e proprio nella graduatoria nazionale di Medicina. Per controllare la vostra posizione, dovete consultare la vostra area riservata su Accesso Programmato. Allora, come è andata? Nel ricordarvi che il prossimo slittamento ci sarà venerdì 6 giugno a partire dalle 9 del mattino, vi proponiamo la seconda parte sulle curiosità statistiche del concorso di Medicina dello scorso 8 aprile.

♠ Per raggiungere la soglia minima dei 33,9 punti potevate dare 31 risposte esatte e 29 sbagliate oppure 23 esatte (il 38,3% dei quesiti) e 37 in bianco (raggiungendo 34,5 punti). Lo sapevate anche che rispondendo ai soli quesiti di cultura generale e logica (27 esatte e 33 in bianco) non solo avreste passato il concorso, ma avreste ottenuto anche un’ottima posizione in graduatoria (40,5 punti)?

♠  Il punteggio più alto al test è stato raggiunto all’Università di Torino. L’ha conquistato Augusto Egidio Ripa, 19 anni compiuti da poco, studente all’ultimo anno del liceo classico De Sanctis-Galilei di Manduria, in provincia di Taranto. Augusto, che vive a San Pancrazio Salentino, un paese di 10mila abitanti nel brindisino, ha fatto 80,5 punti, staccando di quasi due lunghezze il secondo in graduatoria e di 25 la media registrata dai primi mille in graduatoria.

♠  Trai i primi 10 in graduatoria c’è stata un’equa divisione tra Nord e Sud d’Italia (2 a Foggia, 2 a Bari, 1 a Palermo, 2 a Milano, 1 a Torino, 1 a Bologna e 1 a Padova). Il voto più basso è stato ottenuto a Verona, -13,3; al penultimo posto si conferma Sassari con -11,00. Se aveste risposto in maniera sbagliata a tutti i quesiti in maniera, avreste beccato un bel -24! 54 studenti hanno ottenuto 0 punti e di questi 43 hanno consegnato il compito in bianco; 411 candidati hanno raggiunto un punteggio negativo (minore di 0).

♠  Il 20 per cento degli ammessi dovrà iscriversi a Medicina in un ateneo diverso dalla loro prima scelta. Con i vecchi criteri (graduatoria per sede) questi studenti non avrebbero passato la selezione. Tra gli atenei, l’Università di Milano Bicocca guadagna il primo posto con 338 idonei. La Statale di Milano, oltre al secondo posto, ha il maggior numero di idonei, 830, ben 400 in più rispetto ai 430 posti ministeriali (di conseguenza, 400 studenti dovranno frequentare in altri atenei). Benissimo Padova, Bologna e Verona (come nel 2013). All’ultimo posto l’Università di Catanzaro (162 posti) che ha avuto solo il 27,84% dei posti assegnati localmente (71) e che dovrà ospiterà 184 studenti. La Seconda Università di Napoli si conferma l’ateneo che ospiterà più studenti di altri: 242 contro i 222 locali. Malissimo anche Campobasso, Sassari, Siena, Messina e Chieti.

♠  La prima università del centro Sud è Bari, dove si è consumata la vicenda del plico manomesso e su cui è ancora in corso un’indagine della magistratura. Bari piazza in graduatoria 368 studenti, 117 in più rispetto a quelli previsti, e si colloca all’ottavo posto con un salto di cinque posizioni rispetto al 2013. Roma Tor Vergata e L’Aquila raggiungono l’incremento di posizione più alto rispetto al 2013 (+10), mentre Genova e Trieste sono gli atenei in cui si registra la maggior perdita di posizioni rispetto al 2013 (rispettivamente -10 e -8). Catanzaro realizza il risultato peggiore confermando 71 studenti su 255 e ne dovrà accogliere 187 che hanno sostenuto la prova in altri atenei.

Domani pubblicheremo la terza e ultima parte dedicata alle curiosità statistiche sul concorso di ammissione a Medicina dell’8 aprile 2014. Se vi siete persi la prima, cliccate qui.

*Le statistiche citate nell’articolo sono a cura del professore Andrea Casanova dell’Università di Cagliari.

3 pensieri su “Ammissioni a Medicina 2014: curiosità statistiche (II parte)*

  1. fabrizio dice:

    Salve, questi articoli sono molto interessanti per farsi diciamo un idea di come potrebbe “comportarsi ” la graduatoria quest’anno. Ma più o meno su che punteggio si pensa possa ad assestare la graduatoria ? è possibile fare un ragionamento diviso per medicina e odontoiatria oppure si può fare una previsione solamente in generale?
    Grazie per il servizio che svolgete

    distinti saluti.

  2. paola dice:

    Ciao Fabry,
    purtroppo la graduatoria è unica per Medicina e Odontoiatria; i due corsi, quindi, viaggiano di pari passo.
    Per una previsione generale, dai un occhio a questo articolo.
    In bocca al lupo,
    Paola 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.