Punteggio minimo del test di Architettura 2015 e Scorrimenti

Analizziamo insieme i risultati appena pubblicati della graduatoria anonima di Architettura 2015 e cerchiamo di ricavare il punteggio minimo di ammissione all’anno accademico 2015-2016.

I partecipanti al test ed i punteggi ottenuti

Il numero dei partecipanti ha registrato un calo rispetto ai numeri dello scorso anno: quest’anno hanno effettuato la prova poco più di 9300 concorrenti contro i circa 11.500 dell’anno scorso.

Gli iscritti in totale erano circa 11.000, quindi il 20% dei concorrenti o non ha completato la domanda di iscrizione o non si è presentato al test.

LEGGI ANCHE: Test di Architettura 2015, l’analisi della prova e punteggio minimo di ammissione

La diminuzione dei partecipanti di quest’anno ha abbassato la soglia minima ad un punteggio intorno ai 24,5 punti per il posto 7800.
Come nelle altre prove (Medicina e Veterinaria) però i primi 1000 partecipanti hanno conseguito comunque punteggi molto alti, cioè sopra i 50 punti, evidenziando sempre che chi vuole accedere ad un Ateneo prestigioso ed essere ammesso direttamente senza scorrimenti deve prepararsi per molti mesi ed in maniera rigorosa.

Gli scorrimenti della graduatoria 2015 di Architettura

Entrare senza scorrimento permette di iniziare il Corso di Laurea da subito e quindi di non perdere lezioni o sessioni d’esame importanti.

Con gli scorrimenti tutti gli idonei, ovvero 8500 studenti, risulteranno ammessi sebbene non tutti ovviamente nella sede prescelta:
Poco meno di 1000 partecipanti hanno conseguito un punteggio inferiore ai 20 punti e risulteranno automaticamente esclusi. Il numero dei non idonei in percentuale risulta molto piccolo rispetto ai concorsi di Medicina e di Veterinaria.

Resta sempre informato, seguici su Facebook e iscriviti alla nostra newsletter!

Prof. Marco Bonora
www.marcobonora.it

Lascia un commento

Autore

Direttore didattico del settore formazione di EdiSES, è uno dei massimi esperti nella didattica orientata ai test. Ha insegnato in corsi universitari, partecipa a convegni, a progetti di formazione per docenti ed insegna nelle scuole le tecniche di risoluzione dei test. E’ autore di numerosi libri tra cui: "Superare la prova a test" – EdiSES, 2015, 18 euro

Articoli correlati