Ecco quali sono i quartieri italiani dove conciliare studio e divertimento

[vc_row][vc_column][vc_column_text]

La sfida di ogni studente che sta per iniziare la carriera universitaria è di decidere quale università sia adatta al suo percorso di studio. Tantissimi i fuoricorso che ogni anno decidono di imbarcarsi in una città italiana, diversa dalla propria, per fare un’esperienza innovativa. Si tratta di una scelta importante per la propria vita e quindi è giusto “saggiare” ogni considerazione al riguardo.

In questa guida, ti suggerisco le maggiori città italiane dove risiedono le università più prestigiose, e quelle più ambite dalle matricole. Per ogni città, ti parlerò dei quartieri popolati dagli studenti, dove poter unire allo studio anche un sano divertimento.

Esistono tantissime città adatte agli studenti, le più famose, ma anche quelle più classiche sono Ancona, Urbino, Lecco, Firenze, Padova. Ma in questa guida, ho deciso di parlarti di quelle maggiormente scelte dagli studenti, per vari motivi:

  • Studio
  • Divertimento
  • Bellezza architettonica
  • Servizi offerti
  • Innovazione

Le sette città italiane “a misura di studente” sono:

  • Milano
  • Roma
  • Bologna
  • Chieti-Pescara
  • Napoli
  • Venezia
  • Genova

Milano

Milano è una città ricca di succursali di sei università, statali e private. Ogni anno ci sono numerose richieste di alloggi in ogni zona, soprattutto nei quartieri situati nelle sedi di studio.
Spesso, questi quartieri si identificano con i nomi delle fermate della metropolitana per facilitare l’orientamento degli studenti che devono risiedere in zone totalmente sconosciute.

Tra questi, puoi trovare il quartiere Bovisa, nei pressi del Politecnico, oppure Lambrate, quartiere storico per i futuri ingegneri che intendono risiedere a due passi dalla sede centrale.

L’Università degli Studi di Milano è situata in pieno centro, quindi, per alloggiare nei pressi potrà essere utile cercare qualche alloggio conveniente presso i quartieri del Duomo (anche se è sconsigliabile perché i prezzi sono molto elevati).

A piazzale Loreto e piazzale Crocetta, sempre nei pressi del Duomo, in realtà c’è il movimento notturno che è ideale per gli studenti che pur decidendo di non alloggiare al centro, possono comunque riunirsi la sera.

Un’area molto interessante ed utile per gli studenti è la città studio, situata nei pressi del Politecnico, con totale copertura di Wi-Fi. Gli impianti sono a fibra ottica, quindi di ultima generazione. Adatta per chi studia fuori casa, ma anche come luogo d’incontro pomeridiano con altri studenti.

Il quartiere Bicocca, adiacente all’omonima università statale, vede crescere ogni anno le domande d’affitto, come saprai è un quartiere che richiede una disponibilità economica maggiore per risiedervi, ma non è così costoso come il centro. In ogni caso, rappresenta una meta perfetta per la movida notturna.

Mentre, per quanto riguarda l’Università Cattolica del Sacro Cuore ed il San Raffaele, entrambe private, c’è un’alta affluenza di richieste di affitti, alcuni nel centro di Milano, tra zona S.Ambrogio e zona che costeggia il Naviglio Piccolo, in un quartiere di nuova denominazione ovvero Turro.

Roma

 

La capitale offre tantissime opportunità agli studenti che decidono di immatricolarsi negli atenei situati nelle zone più svariate della città. Per questo motivo, è stato svolto un lavoro d’indagine dall’Università Niccolò Cusano, per comprendere quale territorio romano sia adatto alla vita dello studente.

Una delle variabili che emergeva spesso dai questionari somministrati ai vari studenti era legata al costo della vita a Roma, tasto dolente della città, che pur offrendo molti vantaggi, resta molto cara.

Le richieste delle matricole erano: quanto bisogna pagare annualmente per la retta universitaria, per l’affitto di una stanza, per vivere la socialità da studente, per i trasporti?

In 7 quartieri esistono ben 16 poli universitari tra pubblici, come La Sapienza o Tor Vergata, e privati ,come la LUISS, LUMSA, Unicusano.

Il quartiere di San Giovanni/Appio Latino è consigliato perché è una zona residenziale abbastanza tranquilla con un’ampia rete di collegamenti, ma poco indicato per chi si sposta in auto per poi trovare parcheggio. In genere, gli studenti si muovono con i mezzi di trasporto pubblici, quindi se sei tra questi non dovresti avere particolari difficoltà. Te lo consiglio perché ha dei costi più accessibili, alla portata di tutti.  La sera però non è affollato, bisogna spostarsi verso il centro storico, e poi Trastevere, Lungo Tevere, o al nord andando a Ponte Milvio, per partecipare alla movida romana.

Il quartiere Parioli/Nomentano è ricco di luoghi d’interesse culturale, ma scarsamente adatto per gli elevati costi d’affitto di una stanza.

La zona altamente frequentata dagli studenti è il quartiere di San Lorenzo/Tiburtino perché è possibile trovare, lungo via Tiburtina, molte stanze in affitto e grazie alla fitta rete di collegamenti è possibile raggiungere qualsiasi luogo di Roma in poco tempo. In prossimità delle università di questa zona, ci sono molti pub e ritrovi per giovani per trascorrere piacevoli serate in compagnia.

Bologna

Si tratta di una una delle città maggiormente frequentata dagli studenti, per motivi storici e per l’Università degli Studi di Bologna, molto ricca e variegata nei suoi programmi di studio.

La zona Murri, subito fuori Porta S.Stefano è adatta alla vita di uno studente: ben servita, a due passi dal centro storico e vicina ai Giardini Margherita, famoso parco di Bologna, dove poter trascorrere delle ore a fare jogging e trascorrere i pomeriggi all’aria aperta.

Questa zona ha dei prezzi medi, ma ben fornita di servizi e collegamenti.

Un’altra zona storicamente “universitaria”, accessibile sia per i servizi offerti che per i prezzi è S.Donato, anche se di sera non è adatta per la movida notturna.

I quartieri di Bologna sono identificati con il nome delle porte, per cui ti imbatterai in tanti nomi come, porta S. Donato, porta S. Isaia, porta S. Felice. Queste zone delimitano il centro dal resto della città.

Un altro quartiere che pullula di studenti è nei pressi di via Zamboni, ma trovare casa è difficile, in quanto i costi sono abbastanza alti. Puoi però frequentarlo di sera per uscire con i tuoi amici.

Ci sono tante zone che puoi frequentare per il divertimento, tra cui: San Donato, San Vitale, Murri, Saffi, San Felice e Sant Isaia che sono situate al centro della città.

Infine, un’altra zona centrale perfetta per gli studenti è la Bolognina, situata proprio nei pressi della stazione centrale. Il vantaggio è di potersi spostare rapidamente in tutte le zone, dal centro alla periferia. Frequentata da tantissimi studenti, di sera, è la zona di via del Pratello.

Se hai deciso di frequentare l’università di ingegneria e cerchi un alloggio nei pressi della sede di studio, ti consiglio la zona di via Saragozza.

Chieti Pescara

Il quartiere Portanuova oggi viene considerato il quartiere universitario della città: qui sorge la sede della Università degli Studi “Gabriele d’Annunzio” che ospita i dipartimenti di Lingue e letterature straniere, Architettura, Economia e scienze manageriali, per un totale di circa 17.000 studenti.

Pur essendo una piccola città, con pochi quartieri, il contesto urbano e sociale che “si respira” a Chieti è quello di un ambiente fortemente innovativo. Si tratta di un’area di progettazione e d’intervento che ha richiamato l’attenzione di numerosi architetti di prestigio.

Poco distante dall’area di concorso sorge  il Polo Direzionale De Cecco, che porta la firma di Massimiliano Fuksas, un esempio di architettura contemporanea che contribuisce a riqualificare l’intero quartiere. Un centro di aggregazione moderno che raccoglie intellettuali e studenti, adatto come luogo d’incontro pomeridiano per studio e scambio culturale.

La zona Scalo è popolata da numerosi studenti, così come il quartiere Tricalle, dove è possibile trascorrere una serata nei locali poco distanti dalla zona.

Napoli

Studiare e vivere a Napoli, riuscendo a coniugare una vita sociale fatta di divertimento, è una formula che riesce molto bene se si parte dal centro storico della città.

La maggior parte delle università si trovano situate tra Corso Umberto 1, via Mezzocannone, via San Biagio dei Librai, via dei Tribunali, via Benedetto Croce e tutta la zona che interessa le strade parallele a via Duomo. Troverai, infatti:

  • L’Università Federico II
  • L’ Università L’Orientale di Napoli
  • L’Università Partenope
  • L’Università Suor Orsola Benincasa

Il centro storico è ricco di tutti i servizi adatti agli studenti, ricco di monumenti da visitare e di localini notturni. I prezzi degli affitti variano, ma in genere sono medio-alti, ma è possibile anche trovare delle stanze a prezzi convenienti.

Si tratta del cuore di Napoli, quindi spesso sono organizzati i principali eventi culturali. Chi abita al centro non ha bisogno di spostarsi, e tra l’altro, la zona è ben collegata alla periferia della città. A pochi passi dalla stazione centrale e dalla metropolitana.

In una zona più lontana dal centro, si trova la sede delle facoltà scientifiche dell’Università Federico II, questa è Fuorigrotta. Questo quartiere è più economico, con molti locali e ristoranti. Vicino allo stadio San Paolo, è sede di numerosi eventi presenti presso la Mostra D’Oltremare. Il movimento è soprattutto diurno e giornaliero, ma non è raro trovare piazzette ricche di persone che sorseggiano drink, soprattutto d’estate. A pochi chilometri sorgono varie discoteche e locali notturni. Inoltre, le case sono più moderne e meglio attrezzate. Fuorigrotta è una zona con tutti i comfort, completamente autosufficiente e in processo di modernizzazione.

Ad Agnano, invece, si trova la Facoltà di Ingegneria dell’Università Federico II, ed è situato a nord di Fuorigrotta, un po’ difficile da raggiungere, in quanto non è vicino alla stazione. Si tratta di una zona tranquilla, residenziale e poco costosa.

Grazie al polo universitario delle scienze ingegneristiche, negli ultimi anni, sono apparse nuove imprese e locali per gli studenti che vivono nella zona.

Venezia

La maggior parte dei dipartimenti universitari si trova in città, nel sestiere Dorsoduro/Accademia. È un quartiere molto raffinato, con servizi ed ospitalità rivolti a tutti gli studenti.

Il quartiere Dorsoduro/Accademia, un po’ come tutta Venezia, va scoperto passeggiando, ed è unito al Canale della Giudecca, è un quartiere pieno di attività, ma non stressante. Si distingue per la grande importanza data alla cultura, si tratta infatto di un quartiere che ospita chiese gotiche, musei, e istituzioni dedicate all’arte come la Collezione Peggy Guggenheim e la Galleria dell’Accademia.

Puoi pranzare presso la mensa universitaria (una è proprio a Dorsoduro, ma ce ne sono 4 in tutta la città), praticare sport nel Centro Sportivo Universitario o ritrovarti con gli amici, dopo le lezioni, a Campo S. Margherita per l’aperitivo.

Se poi vuoi spostarti verso S. Marco per una bella passeggiata romantica, basta che attraversi il Ponte dell’Accademia.

Gli affitti a Dorsoduro sono fra i più alti di Venezia, ma puoi sempre optare per condividere una stanza.

Nel caso tu sia un futuro studente di Economia, ti conviene spostarti più a nord, perché il tuo dipartimento si trova nel sestiere di Canareggio, dove diventa anche più economico cercare affitto a Venezia. Canareggio è un quartiere che brulica di negozi e attività commerciali varie.

Infine, potresti anche cercare alloggio nell’entroterra veneziano, per esempio in zona Mestre e raggiungere in soli dieci minuti di treno la città di Venezia vera e propria.
Una cosa è comunque certa: durante tutto l’anno non avrai modo di annoiarti, giacché Venezia offre numerose manifestazioni culturali di rilievo: il Carnevale, la Regata Storica, la Biennale, la Mostra Internazionale del Cinema.

Genova

Si tratta di una delle città più scelte dagli studenti, per motivi di divertimento. Le varie sedi dell’Università degli Studi sono distribuite al centro, nei pressi di via Balbi, con ampia possibilità di scelta tra le offerte formative dei diversi atenei. Di giorno si studia regolarmente nelle biblioteche molto belle delle facoltà e diversi sono i luoghi d’incontro pomeridiano.

Di sera, la città è pronta a offrire un fermento di vita notturna diversificato, dagli eventi musicali a quelli teatrali. La vita è molto movimentata.

In tutto il centro storico,  ci sono locali e ristoranti che soddisfano tutti i palati, dalla cucina tipica della Liguria alle più esotiche soluzioni etniche e fusion.

La scena musicale inoltre è sempre in fervore, per non parlare dell’estate quando in città esplodono i festival e i locali del corso si riempiono di gente.

Ti consiglio queste zone per il divertimento:

Piazza De Ferraris è un luogo adatto per chi ama soprattutto cenare: c’è un’eccellente scelta di taverne, ristoranti e lounge bar nella zona di San Lorenzo, Piazza delle Erbe, Piazza San Donato e via di Ravecca.
Se cerchi un’atmosfera più “alternativa” la zona che fa per te si trova intorno a via Garibaldi, in via Maddalena e in tutte le stradine vicine.
Sempre in centro, c’è il Porto Antico, qui potrai vedere la parte più moderna della città: la multisala Cineplex, il pattinaggio su ghiaccio e tanti negozi, ristoranti e music bar alla moda.
Su Corso Italia trovi numerosi locali per fare aperitivo, cena e dopo-cena, lungo tutto il corso: Mako, BBQ, Mae Ma Mucca Bar, o qualcuno dei romantici ristoranti di Boccadasse. Il Teatro Carlo Felice è il tempio della musica classica, l’opera e la danza. Insomma se sei uno studente in cerca di movida notturna, Genova davvero fa al caso tuo!

Hai scelto un corso di Area Sanitaria? Leggi il nostro approfondimento
Se invece hai deciso di trasferirti nel Regno Unito leggi i nostri approfondimenti dedicati allo studio e al lavoro.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.