Il corso di laurea

  • Classe: LM-41
  • Durata: 6anni
  • Accesso: Numero programmato nazionale

Il corso di laurea magistrale (Classe LM-41) in Medicina in lingua inglese ha una durata di sei anni e prevede l’acquisizione di 360 crediti formativi complessivi suddivisi tra attività formative di base, attività formative caratterizzanti, attività affini o integrative. Il corso è organizzato in 12 semestri e 36 corsi integrati.

Il fine del percorso di studi è quello di creare un laureato che interviene in tutte le sue attività per il mantenimento dello stato di salute nella completa accezione di un completo benessere fisico, psichico e sociale e non semplicemente dall’assenza di malattia, capace di esercitare la professione medica nell’ambito delle norme e delle definizioni stabilite dall’Unione Europea sia nel territorio nazionale che internazionale, con particolare attenzione all’implementazione della conoscenza della lingua inglese.

Accesso

Il corso di laurea magistrale in Medicina in Lingua Inglese è disciplinato dalla legge n. 264 del 1999 che ne stabilisce il numero programmato a livello nazionale. Ogni anno con Decreto ministeriale vengono determinati i posti disponibili per ciascuna sede sulla base del fabbisogno regionale e nazionale. Per accedere a questo corso di laurea è necessario sostenere un test di ammissione, unico su tutto il territorio nazionale. Modalità e contenuti della prova vengono ogni anno definiti dal Miur con un Decreto ministeriale.

In che cosa consiste il test? Mettiti alla prova con le prove ufficiali degli anni precedenti.

In Italia gli atenei dove studiare Medicina in lingua inglese sono:

Università degli Studi di Bari
Università degli Studi di Milano
Università degli Studi di Roma Sapienza
Università degli Studi di Roma Tor Vergata
Università degli Studi Federico II di Napoli
Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli
Università degli Studi di Pavia
Università Cattolica
Università San Raffaele
Humanitas University
Per una preparazione efficace al test di ammissione consulta il catalogo Editest.

Sbocchi occupazionali

I laureati in Medicina in lingua inglese potranno svolgere l’attività di medico chirurgo nei vari ruoli e ambiti professionali clinici, sanitari e biomedici, in completa sintonia con quanto indicato dall’OMS. Ai fini dell’esercizio dell’attività professionale, sia nel territorio nazionale che internazionale, oltre al diploma di laurea, è necessario essere in possesso dell’abilitazione che si acquisisce dopo il superamento di un apposito esame di Stato, che consiste in un tirocinio pratico e una prova scritta.

Il mercato del lavoro

Dall’ultima rilevazione Alma Laurea (XX indagine) risulta che, a un anno dalla laurea:

  • il 41,6% dei medici è occupato: il tasso di occupazione è contenuto in quanto l’ingresso nel mondo del lavoro è ritardato dall’ulteriore formazione necessaria per chi volesse accedere all’esercizio della professione
  • il 45,5% dei laureati non lavora e non cerca un impiego
  • il 12,8% non lavora ma cerca occupazione

Il guadagno mensile netto medio a un anno dalla laurea è di 1.513 euro, con profonde differenze tra uomini e donne (1.662 euro contro 1.394 euro).

Il 97% dei laureati ritiene il proprio titolo molto efficace ai fini della futura occupazione.
In una scala da 1 a 10 sono soddisfatti del proprio titolo per un valore pari a 7,5.