Corso di laurea in Scienze e tecnologie informatiche: attività formative e sbocchi lavorativi

laurea scienze e tecnologie informatiche

I corsi di laurea in Scienze e tecnologie informatiche (classe L-31) forniscono ai laureati le competenze teorico-applicative e metodologiche nelle aree fondamentali dell’informatica, al fine di creare professionisti in grado di approcciarsi allo studio e alla progettazione delle applicazioni richieste dalla Società dell’Informazione (per organizzare e gestire informazioni e conoscenze).

Laurea Scienze e tecnologie informatiche: obiettivi formativi

I laureati in Scienze e tecnologie informatiche devono:

  • possedere conoscenze e competenze nei vari settori delle scienze e tecnologie dell’informazione e della comunicazione
  • saper analizzare i problemi e sviluppare sistemi per la loro soluzione
  • acquisire le giuste metodologie di indagine e saperle applicare in maniera appropriata (anche attraverso la conoscenza degli strumenti matematici di supporto all’informatica)

Le attività formative che caratterizzano il percorso di studio riguardano i seguenti ambiti:

  • formazione matematico-fisica
  • informatica e sistemi di elaborazione delle informazioni

Sbocchi lavorativi

I laureati in Scienze e tecnologie informatiche possono occuparsi di progettazione, organizzazione, gestione e manutenzione di sistemi informatici (es: affidabilità dei sistemi, prestazioni, sicurezza) sia presso imprese produttrici sia in pubbliche amministrazioni (in generale in tutte le organizzazioni che si affidano a sistemi informatici più o meno complessi).  

Condizione occupazionale dei laureati

Secondo gli ultimi dati AlmaLaurea, ad un anno dal conseguimento della triennale, risulta che tra i laureati in Scienze e tecnologie informatiche:

  • il 38,2% lavora e non è iscritto ad una laurea di secondo livello
  • il 12,8% lavora ed è iscritto ad una laurea di secondo livello
  • il 42,1 lavora ed è iscritto ad una laurea di secondo livello

Solo il 3,3% dei laureati non lavora, non è iscritto ad una laurea di secondo livello e cerca occupazione; il 3,6%, invece, non è occupato ma non cerca lavoro.

Dalle statistiche si evince che, nonostante la maggior parte degli studenti decide di continuare gli studi, la percentuale di chi riesce a trovare un impiego dopo la triennale è comunque considerevole rispetto ad altri percorsi.

Guida alla scelta del corso di laurea

Se hai letto con attenzione il nostro articolo ma hai bisogno di una visione più ampia dell’offerta formativa delle Università, scopri la Guida alla scelta del corso di laurea.

Il libro ti aiuterà ad avere le idee più chiare rispetto alla strada da prendere dopo il diploma.

In omaggio riceverai, oltre a una serie di approfondimenti, anche l’accesso al questionario di orientamento online O.p.S., che attraverso una serie di domande traccerà un tuo profilo psico-attitudinale con l’indicazione dei corsi di laurea più adatti a te.

guida orientamento universitario 2022
acquista

Questionario orientamento universitario

Vuoi scoprire subito il questionario di orientamento attitudinale? Prova la demo gratuita>