A scuola di test – 13° lezione – Tecniche per risolvere i quesiti (parte 2)

test di ammissione

Nella precedente lezione ci siamo soffermati sulla manipolazione del testo per spiegare come si può semplificare e facilitare la lettura del quesito.

Oggi ci focalizzeremo su come analizzare e comparare le alternative al fine di eliminare quelle errate: comprenderemo come scartare i distrattori deboli, ovvero le alternative errate abbastanza “lontane” dalla risposta corretta.

Il tipo più semplice di alternativa errata, il distrattore debole, può essere eliminato ragionando sulle proprietà che tali alternative non hanno in relazione a ciò che richiede il testo. Ad esempio, se la domanda richiede una città con un porto l’alternativa “Milano” è sicuramente da escludere.

Tecniche per eliminare i distrattori deboli

Vediamo insieme le principali tecniche per eliminare i distrattori deboli:

Ragionamento per esclusione di doppioni

Questa tecnica si utilizza quando una domanda presenta due alternative che esprimono lo stesso concetto o assumono lo stesso valore. In tal caso entrambi le alternative sono false.

Vediamo un esempio:

Qual è un sinonimo di improcrastinabile?

  1. Veloce
  2. Urgente
  3. Rapido
  4. Efficiente
  5. Attento

Si noti che la 1 e la 3 hanno lo stesso significato, quindi nessuna delle due può essere corretta. La numero 2 è la risposta corretta.

Fa eccezione, nella tecnica dei doppioni, il caso in cui una sola alternative è falsa e quindi i “quattro doppioni” risultano corretti. Vediamo un semplice esempio:

Scartare l’intruso: 

  1. Automobile
  2. Macchina
  3. Motorino
  4. Autoveicolo
  5. Autovettura

La numero 3 è l’unica che non ha un significato né denotativo, né connotativo di automobile.

Ragionamento per esclusione di distrattori poco scientifici, poco realistici o fuori tempo

Questo tipo di tecnica prevede di escludere le alternative errate che sono per una serie di motivi “poco plausibili” o addirittura assurde nell’ambito della richiesta del quesito.

Vediamo un esempio tratto dal test Medicina 2016:

Il piano Marshall:

  1. fu varato dal Presidente Wilson insieme all’istituzione della Società delle Nazioni
  2. fu alla base del New Deal
  3. venne pensato da Hitler per attaccare l’URSS
  4. indirizzò lo sviluppo urbanistico di Londra
  5. fu varato dagli USA nel secondo dopoguerra

Per rispondere a questo quesito è necessaria, ovviamente, una conoscenza sommaria dell’evento: nel caso specifico, parliamo di un piano di aiuto successivo alla seconda guerra mondiale.

La 1 e la 3 vengono subito meno, come la 4 che è qualcosa di locale. La scelta rimane tra la 2 e la 5: in base alle considerazioni iniziali necessariamente la numero 5 è la chiave.

Esclusione di distrattori per conoscenza parziale della formula o del fenomeno

Questa tecnica è prevalentemente usata nelle domande scientifiche. Quando nel caso di quesiti applicativi scientifici non si riesce a ricavare la risposta corretta perché non si ricorda bene la formula, il fenomeno, o si commettono errori nei calcoli, si riescono a scartare diverse alternative conoscendo parzialmente la procedura risolutiva o il valore corretto.

Vediamo un esempio tratto dal test Medicina 2017:

La circonferenza di equazione x2 + y2 – 4x = 0:

  1. passa per l’origine del sistema di assi cartesiani
  2. ha centro nell’origine del sistema di assi cartesiani
  3. ha centro sull’asse y
  4. passa per il punto (0; 2.)
  5. ha raggio uguale a 4

Se si ha una conoscenza approssimata della circonferenza si può osservare che mancano due termini: quello con Y e il termine noto. Il raggio è radice di questi tre termini ed avendo solo il coefficiente -4, la risposta non potrà mai essere la 5. La numero 4 si scarta perchè sostituendo le coordinate del punto non si verifica l’uguaglianza.

A questo punto, ragionando sulle alternative, può venire in mente che se manca il termine noto la curva passa per l’origine. La risposta esatta è proprio la numero 1.

Stai studiando per il test d'ingresso a Medicina 2018?

Consulta la prova ufficiale 2017 risolta e commentata

Come prepararsi al test di ammissione?

Hai deciso di frequentare un corso di laurea a numero programmato? Ecco le nostre risorse per aiutarti a superare il test di ammissione:

  • Superare la prova test: una guida completa per la risoluzione dei quesiti a risposta multipla;
  • Catalogo EdiTest: teoria, esercizi e simulazioni d’esame. I volumi sono disponibili anche in formato ebook;
  • Esercitazioni online: tutte le risorse gratuite per la preparazione ai test d’ingresso.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.