Integratori per lo studio: scegli quelli giusti per ridurre lo stress

integratori per lo studio

Trovare la concentrazione nei momenti di studio intensivo sottopone la mente a uno sforzo che procura stress all’organismo.

Per fortuna, la soluzione esiste e molti studenti spesso la sottovalutano, perché credono di avere la situazione sotto controllo.

Parliamo degli integratori per lo studio: si tratta di alleati preziosi che hanno il potere di rigenerare l’organismo, grazie a dei principi attivi che agiscono sul tuo benessere, in due modi e riescono a garantirti:

  • Equilibrio psico-fisico
  • Controllo delle emozioni

L’affaticamento psico-fisico, a lungo andare, causa il distress (lo stress negativo) che provoca la fastidiosa sensazione di non sentirti in grado di affrontare una prova, in questo caso l’esame che devi sostenere.

Il metodo efficace è riuscire a prevenire l’affaticamento grazie a un programma giornaliero che prevede, nella solita tabella di marcia che ti sarai prefissato, anche l’uso di integratori. Riuscire a portare avanti un compito, sapendo di poterlo affrontare con la giusta concentrazione, è una scelta strategica.

La motivazione sarà la molla che ti spingerà ad agire con la consapevolezza di chi vive lo studio con determinazione e quindi a tenere sotto controllo le emozioni negative, come la paura di non farcela o l’ansia da prestazione.

Non sempre però, anzi raramente, riesci ad avere tutto quest’entusiasmo davanti ai libri, soprattutto quando i tuoi amici sono fuori a festeggiare chissà dove e vorresti essere con loro. Ma il dovere ti chiama e non puoi dirgli di no.

Allora non hai scampo, devi studiare, e per farlo hai bisogno di energie. Queste le assumi grazie alla giusta alimentazione. 

Per approfondire leggi l’articolo Nutri(amo) la mente: mangiare bene per affrontare al meglio gli esami.

Integratori per lo studio: come scegliere quelli giusti

Spesso però l’organismo ha bisogno di una marcia in più grazie ad un surplus di vitamine. Ecco perché ti consiglio di assumere degli integratori.

“Si – mi diraiCe ne sono tantissimi in commercio, quali devo usare?”

Ti consiglio di scegliere solo quelli indicati a chi, come te, sopporta carichi eccessivi di stress da studio e non vuole correre il rischio di assumere integratori adatti agli atleti o alle donne in gravidanza.

Il mio consiglio è di ricorrere ai rimedi naturali. Tutto ciò che è utile per guarire, lo trovi proprio da “Madre Natura” e non c’è niente di più curioso scoprire come il Creato si prenda cura di noi.

L’arte della medicina consiste nel divertire il paziente, mentre la natura cura la malattia”. Voltaire

Tra tutte le piante esistenti in natura, vari studi dimostrano che il panax ginseng ed il ginseng siberiano (Eleuterococco) sono dei validi supporti per la concentrazione e la memoria.

I benefici del Ginseng

Panax Ginseng è una pianta comunemente usata per normalizzare le funzioni fisiologiche, in base alle necessità dell’ individuo. In particolare, il ginseng:

  1. Elimina la stanchezza mentale e fisica,
  2. Riduce gli effetti dell’età
  3. Ha proprietà anti-tumorali
  4. Riduce gli effetti dello stress
  5. Migliora le performance
  6. Aumenta i livelli energetici
  7. Aiuta la memoria.

La dose ottimale è l’assunzione di circa 2-3 grammi al giorno, corrispondenti ad una fetta di radice o ad una capsula di polvere. La radice può essere infusa nel tè, bollita o anche semplicemente masticata.

L’Eleuterococco

Un altro rimedio naturale è l’Eleuterococco (Eleuterococcus senticosus) una pianta utile per equilibrare l’energia e stimolare il metabolismo, usato come ottimo anti-stress.

La sua radice è chiamata ginseng siberiano ed è usato come “elisir di lunga vita” poiché è utile in tantissime situazioni. Infatti, è indicato nei casi di:

  1. Stati di stress e sovraffaticamento
  2. Astenia
  3. Convalescenze
  4. Esaurimento psico-fisico
  5. Stanchezza
  6. Ipotensione
  7. Quando è richiesta una maggiore capacità di rendimento nella attività sportiva
  8. Quando è richiesta una maggiore attenzione nello studio durante la preparazione di esami

L’eleuterococco è anche conosciuto come “ginseng delle donne”, perché contiene diversi principi attivi che sono utili all’organismo femminile, più soggetto agli stati d’ansia e depressione, durante il ciclo mestruale o periodi di stress emotivo.

La sua azione migliora la prestazione fisica e mentale, senza indurre nervosismo o agitazione e soprattutto senza turbare il sonno.

L’ansia eccessiva comporta spesso dei disturbi del sonno.

Puoi approfondire l’argomento leggendo l’articolo Allena la tua mente all’esame di maturità: impara a gestire l’ansia”.

Soluzioni alternative alle erbe

Se non vuoi andare in erboristeria o preferisci soluzioni immediate e pratiche, senza ricorrere a tisane e infusi, tra tutti gli integratori presenti in farmacia, ti consiglio Acutil fosforo Advance che contiene vitamina B6 (la L-glutamina e la L-asparagina che sono normalmente presenti nel nostro sistema nervoso e regolano i processi metabolici neuroniali). È consigliato nei casi in cui c’è bisogno di una sferzata di energia:

  1. Affaticamento mentale
  2. Periodi di stress intenso per studio e lavoro
  3. Casi di facile esauribilità
  4. Scarsa memoria e difficoltà di concentrazione

Lo puoi acquistare senza bisogno di una prescrizione medica, da usare con parsimonia. Vedrai che con l’utilizzo opportuno d’integratori adatti al tuo organismo, una sana alimentazione e una buona organizzazione delle ore di studio, riuscirai a sostenere il tuo esame con il massimo della resa nel tempo che ti sarai prefissato.

La soluzione è sempre la stessa: abbi cura della tua mente e il tuo corpo ne gioirà… stesso discorso vale anche per il tuo libretto universitario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.