Scuole di Specializzazione medica: nuove regole e rinvio della data di avvio del concorso

L’introduzione del concorso nazionale ha portato con sé, oltre alle numerose novità, anche una serie di problemi, tutt’ora non finiti.

Il ministro Giannini a fine gennaio aveva dichiarato che il prossimo concorso si sarebbe tenuto in Aprile 2015. Il decreto ministeriale che doveva essere pubblicato entro febbraio, però, non è stato pubblicato. 

Le novità

In data 28 febbraio, il Miur ha pubblicato un avviso in cui si comunicava l’avvio di un (lungo) iter processuale al fine di modificare l’accesso alle scuole di specializzazione dell’area medica.

Le modifiche di cui si fa cenno in tale avviso sono:

  1. ogni candidato potrà concorrere per un massimo di 3 scuole
  2. i 70 quesiti della parte generale faranno riferimento alla formazione clinica del percorso di laurea, dando importanza alla parte pratica.

Dalla breve comunicazione ministeriale non si possono evincere, confermare né smentire eventuali altre modifiche, anche perché la nota del Miur descrive le novità come “modifiche rilevanti” che però potrebbero non essere le uniche. Secondo alcuni vi potrebbero, infatti, essere anche delle modifiche riguardanti l’attribuzione del punteggio del curriculum studi.

Preparati all’accesso alle scuole di specializzazione medica con EdiSES!

La posizione delle Associazioni studentesche e mediche

I gruppi degli studenti e neolaureati e le Associazioni degli specializzandi sono rimasti molto delusi da questo rinvio. Il fatto più sconcertante è stato il silenzio del Miur. La nota ministeriale, infatti, è stata pubblicata il giorno seguente ad un “twitter mob” creato dai gruppi dei neolaureati che attendevano novità in merito.

Il Segretariato Italiano Giovani Medici scrive in un lungo articolo che il Miur ha addirittura smentito il suo stesso Ministro, rinviando il concorso che avrà bisogno del nulla osta del Consiglio di Stato, della Presidenza del Consiglio e della Corte dei Conti.

Sempre secondo i giovani medici, pare strano che il Miur abbia scelto questa lunga strada per modificare il regolamento al fine di velocizzare le procedure concorsuali. Viene da pensare che possano sussistere anche altri problemi, forse di natura economica.

Cosa aspettarci da nuovo concorso

Il lungo iter processuale a cui il nuovo Decreto Ministeriale deve passare desta qualche preoccupazione sul possibile rispetto delle tempistiche annunciate dal Miur. A dare adito a questa tesi, oltre alla procedura burocratica in sé, è anche la mancanza dell’affidamento per la definizione dei quesiti da somministrare.

Secondo il Ministero, quindi, il Decreto Ministeriale sarà pubblicato entro il 30 aprile, tra meno di due mesi, e lo svolgimento delle prove entro il 31 luglio, ma sono in molti a dubitarne.

Resta sempre informato sul concorso nazionale per l’accesso alle scuole di specializzazione mediche: seguici sulla pagina ufficiale EdiSES!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.