In che cosa consiste il test di ammissione?

I test di ammissione a Medicina, Odontoiatria, Veterinaria e Architettura sono preparati da una commissione nominata ogni anno dal Miur. Per ciascuno di questi corsi, quindi, la prova d’esame è uguale per ogni Ateneo e per tutti i candidati.

Per l’a.a. 2015/2016 il D.M. 463/2015 ha pressapoco mantenuto integra la struttura del test, modificando solo la distribuzione delle domande. La nuova normativa prevede la risoluzione di 60 quesiti a risposta multipla (cinque risposte di cui una sola esatta) cui bisogna rispondere in 100 minuti. Le materie sono così distribuite:

Medicina e Odontoiatria: 2 di cultura generale, 20 di ragionamento logico, 18 di biologia, 12 di chimica, 8 di matematica e fisica
Veterinaria: 2 di cultura generale, 20 di ragionamento logico, 16 di biologia, 16 di chimica, 6 di matematica e fisica
Architettura: 2 di cultura generale, 20 di ragionamento logico, 16 storia, 10 di disegno e rappresentazione, 12 di matematica e fisica

Per i dettagli sui programmi, potete consultare gli allegati del Decreto.

La struttura della prova e i programmi d’esame della prova di ammissione ai corsi triennali delle Professioni sanitarie sono gli stessi di Medicina (2 domande di cultura generale, 20 di ragionamento logico, 18 di biologia, 12 di chimica, 10 di matematica e fisica), anche se il quiz, a differenza di Medicina, è predisposto dalle singole Università sulla base delle direttive contenute nello stesso decreto ministeriale che disciplina il concorso di Medicina. Pertanto, i test sono uguali per tutti i corsi di laurea triennali di uno stesso Ateneo, ma diversi tra un Ateneo e l’altro.

Anche il quiz di accesso a Scienze della formazione primaria è organizzato dalle singole Università.

La prova d’esame (D.M. 460 del 2015) – che dura due ore e mezza – verte su 80 quesiti con 4 risposte, di cui una sola corretta, così ripartiti: 40 domande di competenza linguistica e ragionamento logico, 20 di cultura letteraria, storico-sociale e geografica e 20 di cultura matematico-scientifica.

TORNA ALLE FAQ DEI CORSI DI LAUREA A NUMERO PROGRAMMATO NAZIONALE