Il corso di laurea

Il corso di laurea triennale in Scienze e Tecniche Psicologiche (Classe L-24) mira a fornire un insieme di nozioni di base in ambito psicologico e una preparazione rivolta ai servizi alla persona ed al suo sviluppo nel contesto educativo, familiare e dell’invecchiamento, ai servizi nell’ambito dell’orientamento sia nel mondo scolastico che in quello del lavoro, nonché nelle attività di riabilitazione cognitiva e funzionale

L’obiettivo è formare figure professionali duttili, che possano operare nel settore dell’educazione, della formazione scolastica, dell’attività di sostegno, nonché nell’ambito dell’orientamento scolastico e professionale, della selezione e formazione per il lavoro, e nell’ambito degli interventi di tipo riabilitativo. Coerentemente con gli obiettivi formativi peculiari della classe, i piani di studio si caratterizzano per una significativa presenza di attività di tipo esperienziale, condotte nell’ambito di laboratori e in piccoli gruppi.

 

Scienze e tecniche psicologiche è il corso di laurea che fa per te? Scoprilo con un test

Il piano di studi

·Attività di base

 

ambito disciplinare settore CFU
Fondamenti della psicologia M-PSI/05 Psicologia sociale
M-PSI/04 Psicologia dello sviluppo e psicologia dell’educazione
M-PSI/01 Psicologia generale
27
Formazione interdisciplinare SPS/07 Sociologia generale
M-PED/01 Pedagogia generale e sociale
12
Totale Attività di Base: 39

 

Attività caratterizzanti

 

ambito disciplinare settore CFU
Psicologia generale e fisiologica M-PSI/03 Psicometria
M-PSI/02 Psicobiologia e psicologia fisiologica
M-PSI/01 Psicologia generale
36
Psicologia dello sviluppo e dell’Educazione M-PSI/04 Psicologia dello sviluppo e psicologia dell’educazione 6
Psicologia sociale e del lavoro M-PSI/06 Psicologia del lavoro e delle organizzazioni
M-PSI/05 Psicologia sociale
21
Psicologia dinamica e clinica M-PSI/08 Psicologia clinica
M-PSI/07 Psicologia dinamica
21
Totale Attività Caratterizzanti 84

 

Attività affini

 

ambito disciplinare settore CFU
Attività formative affini o integrative SECS-S/05 Statistica sociale
MED/25 Psichiatria
M-PED/03 Didattica e pedagogia speciale
21
Totale Attività Affini 21

 

Altre attività

 

CFU
A scelta dello studente 12
Per la prova finale 6
Per la conoscenza di almeno una lingua straniera 6
Tirocini formativi e di orientamento 6
Altre conoscenze utili per l’inserimento nel mondo del lavoro 6
Totale Altre Attività 36

 

TOTALE CREDITI 180

 

Accesso

I corsi di laurea in Scienze e tecniche psicologiche non rientrano nella normativa nazionale sull’accesso programmato; tuttavia, nel rispetto del principio dei requisiti minimi, ciascuna Università ha l’obbligo di dichiarare la propria offerta “sostenibile” in base ai criteri di adeguatezza delle strutture e del corpo docente. Ciò significa che i singoli Atenei possono limitare le immatricolazioni istituendo il numero programmato e prevedendo una prova di ammissione selettiva. Il D.M. 509/1999 ha stabilito che i regolamenti didattici “richiedono il possesso o l’acquisizione di un’adeguata preparazione iniziale”, definendo le conoscenze richieste per l’accesso e le modalità di verifica. Ciò ha aperto la strada alle prove di orientamento che hanno l’obiettivo di valutare la preparazione iniziale degli studenti. Questo tipo di prova non è in genere vincolante, ha il solo scopo di indirizzare gli studenti. Viene generalmente indicato un punteggio minimo che corrisponde alla sufficienza; a chi ottiene un punteggio inferiore a tale soglia non è preclusa l’iscrizione, vengono tuttavia indicati specifici obblighi formativi da soddisfare nel primo anno di corso.

Sbocchi occupazionali

I laureati in Scienze e tecniche psicologiche possono ricoprire diverse funzioni nelle aziende e nelle organizzazioni pubbliche o private, tra cui il responsabile della selezione e valutazione del personale o l’operatore di orientamento.

La laurea triennale permette inoltre l’iscrizione all’albo degli psicologi sezione B (psicologo junior), previo un semestre di tirocinio pratico presso psicologi esperti e il superamento dell’esame di Stato. I laureati iscritti all’albo potranno esercitare la libera professione (fatta eccezione per la psicodiagnostica di tipo clinico e la psicoterapia) o trovare occupazione nei settori della psicologia scolastica, dell’apprendimento, dei processi educativi, dell’orientamento scolastico e professionale, della valutazione e promozione della qualità della vita.

Il mercato del lavoro

Dalla XX rilevazione AlmaLaurea risulta che, a un anno dalla laurea:

  • il 9,2% lavora e non è iscritto alla magistrale
  • il 24% lavora ed è iscritto alla magistrale
  • il 59,4% non lavora ed è iscritto alla magistrale
  • il 3,6% non lavora, non è iscritto alla magistrale e non cerca
  • il 4% non lavora, non è iscritto alla magistrale ma cerca

Il guadagno medio mensile è di 669 euro.

Il 46,5% ritiene che la laurea in Scienze e tecniche psicologiche sia poco o per nulla efficace nel lavoro svolto.