Graduatoria della terza simulazione collettiva di Professioni Sanitarie

Come le altre due, anche la terza simulazione con cui vi siete messi alla prova per esercitarvi in vista del test di ammissione ai corsi di laurea triennali delle Professioni sanitarie, che si terrà il prossimo 9 settembre, rispecchia la struttura stabilita dal Miur (in termini di materie, numero di quiz, criteri per il calcolo del punteggio) e contiene domande scelte sulla base dei test somministrati dal Cineca negli ultimi anni e adottati dalla maggior parte delle Università.

Da un paio di anni a questa parte, contrariamente a quanto accadeva in passato, hanno un peso rilevante nell’ambito della prova i quiz di Cultura generale che sono dunque anche i più temuti: se si risponde infatti in maniera corretta a tutti i 12 quesiti di Cultura generale previsti si totalizzano ben 18 punti!

Ma perché le domande di Cultura generale spaventano tanto? Senza dubbio perché questa materia abbraccia una grande vastità di argomenti e riguarda le conoscenze più svariate che dovrebbero essere state acquisite nel tempo e durante gli studi precedenti. Con una certa cautela, però, si possono circoscrivere ad ambiti più specifici le conoscenze richieste individuando quelli che sono gli argomenti ricorrenti nelle prove Cineca degli ultimi anni e che potreste rincontrare anche nei test futuri.

In questo modo è possibile concentrasi nello studio degli argomenti che più spesso sono presenti nei test – senza trascurare il resto però – soprattutto se si è consapevoli di avere delle lacune riguardo a essi.

Terza simulazione collettiva Test Professioni sanitarie 2020

Relativamente ai quiz di Cultura generale abbiamo riscontrato la presenza più o meno costante di almeno una domanda di ambito sociale e istituzionale, come da programma ministeriale, in particolare sull’organizzazione dell’economia e della vita politica del paese.

Ecco perché nella simulazione con cui vi siete esercitati era presente questa domanda:

Il “welfare state” indica:

  • A: il superamento delle discriminazioni razziali
  • B: lo stato sociale che assicura il benessere dei cittadini
  • C: la parità dei diritti uomo-donna
  • D: il raggiungimento del benessere psicofisico
  • E: la tutela dei diritti del bambino

La risposta corretta è la B. In fatti il welfare state, conosciuto anche come Stato assistenziale o Stato sociale, è un sistema di norme attraverso cui lo Stato vuole eliminare le disuguaglianze sociali ed economiche fra i cittadini, aiutando soprattutto i meno abbienti.

Come hai risposto a questa domanda? Scopri il tuo risultato nella graduatoria generale

Se non sei riuscito a partecipare, ti aspettiamo alla prossima: consulta il calendario completo

Cultura Generale nel Test Professioni Sanitarie: come prepararsi

logica e cultura generaleAnche tu sei tra gli studenti “terrorizzati” dalle domande di cultura generale?

Per una preparazione efficace, scopri il nuovo manuale EdiTEST con nozioni teoriche ed esercizi commentati. Il libro comprende gli argomenti principali delle diverse discipline che rientrano nella cultura generale e che sono più di frequente oggetto dei quesiti somministrati nei test ufficiali.

In omaggio il software di simulazione per effettuare infinite esercitazioni online.

ACQUISTA ORA (anche in formato e-book)

Per una preparazione completa al Test Professioni Sanitarie 2020 è disponibile il Kit EdiTEST.

Come esercitarsi gratis

Vuoi scoprire com’è strutturato il software di simulazione abbinato al libro di cultura generale?

Prova la versione demo gratuita ⇓

simulazioni test ammissione

Lascia un commento