Quale Università scegliere? I migliori atenei secondo il Censis

Se hai appena conseguito il diploma di maturità e ti stai chiedendo quale università scegliere, c’è qualcosa che può aiutarti a prendere una decisione definitiva.

In questi giorni, infatti, il Censis ha pubblicato la classifica delle migliori università italiane (pubbliche e private).

Non si parla dei singoli corsi di laurea, ma dell’organizzazione e dell’efficacia (anche in ottica lavorativa) degli atenei, dei servizi e delle struttura per gli studenti, delle borse di studio.

In generale, l’ultimo anno accademico ha confermato il trend degli ultimi tempi: sono aumentate ancora (+1,3%) le immatricolazioni.

I gruppi disciplinari più “frequentati” sono quello economico e quello di ingegneria industriale e dell’informazione.

Vediamo più nel dettaglio i risultati dell’indagine Censis.

I mega atenei pubblici (più di 40.000 iscritti)

Tra le Università pubbliche con più di 40.000 iscritti, al primo posto c’è l’Università di Bologna, seguita da Padova e Firenze.

Al quarto posto si conferma La Sapienza di Roma, con Torino e Pisa a seguire.

All’ultimo posto la Federico II di Napoli, preceduta da Catania, Bari e Statale di Milano.

I grandi atenei (tra 20.000 e 40.000 iscritti)

Al vertice della classifica che prende in considerazione gli atenei con un numero di iscritti tra 20.000 e 40.000 troviamo l’Università di Perugia.

Secondo posto per l’Università della Calabria, seguita da Parma e Pavia.

Al quinto posto l’Università di Modena e Reggio Emilia, che “ruba” il piazzamento all’Università di Cagliari (nona posizione).

Guadagna posizioni l’Università di Salerno (sesto posto), che precede Roma Tre, le Università della Campania e di Chieti e Pescara.

I medi atenei (tra 10.000 e 20.000 iscritti)

A guidare la classifica delle Università con 10/20.000 iscritti troviamo l’Università di Trento (che guadagna due posizioni rispetto all’ultima indagine).

Perde il primato l’Università di Siena, che comunque si attesta al secondo posto precedendo il duo a pari merito formato dall’Università di Trieste e quella di Udine.

Quinto posto per l’Università di Sassari; chiudono la graduatoria Napoli Parthenope, Catanzaro e l’Orientale di Napoli.

I piccoli atenei (meno di 10.000 iscritti)

Infine, tra le piccole Università, primeggia ancora una volta l’Università di Camerino.

Seconda e terza posizione identiche all’anno scorso: troviamo infatti l’Università di Foggia e quella di Cassino.

Le ultime due posizioni sono occupate dall’Università del Sannio e dall’Università del Molise.

Le migliori Università private

Il Censis ha dedicato un approfondimento anche alle università private.

Tra i grandi atenei (più di 10.000 iscritti), al primo posto troviamo l’Università Bocconi, seguita dalla Cattolica.

Tra i medi (fino a 10.000 iscritti), la Lumsa conquista il primato a discapito della Luiss e dello Iulm.

Al primo posto tra i piccoli atenei (meno di 5.000 iscritti) troviamo la Libera Università di Bolzano, seguita dalla Liuc Università Cattaneo e dall’Università Roma Europea.

Tutte le graduatoria complete sono disponibili sul sito del Censis.

Quale Università scegliere: la guida completa

Per scoprire quali e quanti sono gli atenei italiani, pubblici e privati, e per conoscere la loro offerta formativa è in arrivo la Guida alla scelta del corso di laurea.

quale università scegliere

Decidere cosa fare dopo il diploma può essere difficile.

La paura di fare la scelta sbagliata, il timore di ripensamenti e crisi motivazionali sono sempre dietro l’angolo.

Il manuale integra l’aspetto psico-attitudinale, attraverso il Questionario “Orientarsi per Scegliere” (O.p.S.) disponibile online nell’area riservata, con le conoscenze pratiche sul mondo dell’Università.

SCOPRI DI PIÙ

 

Lascia un commento

Autore