Le migliori scuole superiori secondo Eduscopio

Quale scuola superiore prepara meglio all’Università? Quale, invece, apre subito le porte del lavoro?

La risposta a queste due domande arriva dall’analisi 2019 del portale Eduscopio, che ogni anno classifica le scuole italiane in base a questi due parametri, concentrando l’attenzione in particolare sui licei e sugli istituti tecnico-professionali.

L’indagine ha evidenziato due aspetti importanti nella valutazione generale:

  • al nord il primato è (tendenzialmente) delle scuole paritarie, mentre al sud vincono le scuole statali
  • continua a crescere l’occupazione dei diplomati tecnici o professionali

Le migliori Scuole Superiori italiane: l’analisi Eduscopio 2019

Quest’anno i ricercatori Eduscopio hanno preso in considerazione la situazione di 1.255.000 diplomati in circa 7.300 indirizzi di studio (tra statali e paritarie).

Come abbiamo anticipato all’inizio dell’articolo, i criteri utilizzati sono:

  • capacità di preparare gli studenti per il percorso universitario (l’orientamento è sempre al centro dell’attenzione!)
  • capacità di preparare gli studenti che non vogliono proseguire gli studi a inserirsi nel mondo del lavoro

Per l’orientamento universitario l’analisi prende in considerazione soltanto i licei, mentre per l’orientamento al lavoro viene posta l’attenzione su istituti tecnici e professionali.

I licei che preparano meglio all’Università

Istituti paritari al nord, scuole pubbliche al sud: questo (in estrema sintesi) lo scenario emerso dall’indagine Eduscopio. Il primato tra i licei classici di Milano è ottenuto dall’Alexis Carrel, seguito dalla Statale Brechet; gli istituti statali vincono tra i licei scientifici, con il Volta e il Leonardo da Vinci ai primi due posti, seguiti subito a ruota dalla paritaria Sacro Cuore.

A Torino, dove il primo liceo classico risulta lo statale Cavour, tra i primi otto posti compaiono ben tre istituti paritari: Valsalice (secondo anche nella classifica degli scientifici), Sacra Famiglia e Istituto Sociale.

Scendendo verso sud le scuole private escono di scena, lasciando tutto lo spazio all’istruzione pubblica: a Roma il primato tra i classici va al Liceo Torquato Tasso, mentre il miglior liceo scientifico è l’Augusto Righi.

A Napoli il Liceo Sannazaro, colonna portante dell’istruzione partenopea, si conferma in testa ai classici; i migliori licei scientifici sono il Convitto Vittorio Emanuele II e il Liceo Mercalli.

Sai che la tua scuola può richiedere gratuitamente la card EdiTEST per l’accesso al questionario psico-attitudinale O.p.S.? Se hai bisogno di un consiglio per fare la scelta giusta dopo il diploma, il questionario può darti una grande mano.

Cos’è il questionario O.p.S.? Scoprilo nel nostro approfondimento.

Se sei interessato, parlane con i tuoi docenti e chiedi loro di prenotare gratis le card per te e i tuoi compagni delle classi quinte. Il modulo per la richiesta si trova in questa pagina.

Gli istituti tecnici che danno lavoro

Non tutti i diplomandi, ovviamente, pensando di continuare gli studi all’Università. Dopo il diploma molti di loro scelgono di inserirsi nel mondo del lavoro (o almeno provarci), cercando da subito una stabilità professionale ed economica.

In questo senso, i dati Euriscopio sono incoraggianti: rispetto agli ultimi anni, infatti, cresce l’indice di occupazione dei ragazzi che escono da un istituto tecnico o professionale.

Facciamo una panoramica veloce delle scuole italiane, andando a vedere quali sono le migliori:

  • Milano: il Pietro Custodi è al primo posto tra i tecnici economici; l’Enrico Mattei tra i tecnici tecnologici
  • Torino: primo posto per il Carlo Ignazio Giulio (economico) e il Giovanni Battista Pininfarina (tecnologico)
  • Genova: vetta per il Primo Levi
  • Bologna: ai primi posti l’Istututo Tanari e l’Ettore Majorana
  • Roma: in testa l’IS Via dei Papareschi e il Vincenzo Arangio-Ruiz
  • Napoli: primato alle scuole paritarie nell’indirizzo economico (Diderot, Sant’Anna, Santo Stefano e Salesiano Sacro Cuore sono ai primi quattro posti) e agli istituti statali nell’indirizzo tecnologico (Marie Curie e Carlo Levi)

Gli studi dopo il diploma: come scegliere l’Università?

Se studi a una delle scuole menzionate nell’articolo, sicuramente hai delle buone basi su cui poggiare la tua scelta del percorso universitario.

Se non hai ancora deciso cosa fare dopo il diploma, scopri la nuova Guida alla scelta del corso di laurea.

Un libro che ti aiuterà a scegliere in maniera consapevole il percorso universitario più adatto alle tue caratteristiche e aspirazioni.

Il  volume integra l’aspetto psico-attitudinale (questionario O.p.S.) con le conoscenze pratiche sul mondo dell’Università.

ACQUISTA

 

Lascia un commento

Autore

Articoli correlati