La valutazione del percorso scolastico: chiarimenti

Il Decreto Ministeriale del 24 aprile 2013 ha modificato l’attribuzione del punteggio al test di ammissione ai corsi di laurea in Medicina, Odontoiatria, Veterinaria, Architettura e Professioni sanitarie, introducendo anche un bonus di al massimo 10 punti per il voto di maturità.
Vediamo queste novità nel dettaglio.
Il punteggio alla prova d’esame è così assegnato (per un totale massimo di 90 punti):
– 1,5 punti per ogni risposta esatta
– meno 0,4 punti per ogni risposta sbagliata
– 0 punti per ogni risposta non data
Secondo il Decreto Ministeriale, nella prova del 2013 il punteggio finale sarà dato dal punteggio conseguito al test più la valutazione del percorso scolastico. Il bonus alla carriera scolastica va da un minimo di 4 a un massimo di 10 punti, secondo la tabella pubblicata all’interno del Decreto, e si applica solamente ai candidati che abbiano conseguito un voto alla maturità pari ad almeno 80/100 (tale voto deve rientrare almeno nell’80° percentile dell’anno scolastico 2011/2012) e che abbiano ottenuto almeno 20 punti al test di ammissione.
Nel bando si parla di “percentili”. Chiariamo il concetto. I percentili sono indicatori statistici utilizzati in molti ambiti. Nel caso specifico del test di ammissione, i percentili servono a differenziare i voti della maturità: se la vostra scuola, qualunque essa sia, ha un percentile basso (ossia una media di voti alti alla maturità ), allora il vostro voto varrà meno; viceversa, in una scuola più impegnativa, dove ci sono stati pochi voti alti alla maturità, il percentile sarà alto e, quindi, il vostro voto varrà più punti. Per un esempio di calcolo di percentile e altre info dettagliate sull’argomento, vedi l’articolo relativo.
Entro il 31 maggio il Miur pubblicherà i voti di maturità dei percentili di riferimento delle scuole italiane. Il giorno dopo la prova di esame ed entro il 29 luglio per il test di Medicina, 30 luglio per il test di Veterinaria, 31 luglio per il test di Architettura, dovete indicare nell’area riservata del sito del Miur il vostro voto di maturità. Attenzione! Se non lo fate, non vi verrà attribuito alcun punteggio per la carriera scolastica. E non barate sul voto di maturità, pena l’esclusione dalla graduatoria e l’applicazione delle sanzioni penali previste in caso di dichiarazioni mendaci (fasulle).
La valutazione del percorso scolastico, infine, si applica a tutti i candidati, non solo a chi ha conseguito la maturità nell’anno scolastico 2011/2012. Tale anno è semplicemente il punto di riferimento col quale ogni studente deve confrontarsi per calcolare il valore del proprio voto di maturità. In ogni caso, sebbene 10 punti siano tanti, accanto al bonus maturità ci sono ben 90 punti da conquistare! Tanto vale mettersi sotto con lo studio.

Autore

Articoli correlati