Ingegneria ed Economia le lauree più richieste secondo il Sistema Informativo Excelsior

Conoscete il Sistema Informativo Excelsior? È Un sistema che fornisce annualmente i dati di previsione sull’andamento del mercato del lavoro e sui fabbisogni professionali e formativi delle imprese, nato nel 1997 dall’Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura, in collaborazione con il Ministero del Lavoro e con l’Unione Europea. Ricostruendo annualmente e trimestralmente il quadro previsionale della domanda di lavoro e dei fabbisogni professionali e formativi espressi dalle imprese, Excelsior fornisce indicazioni di estrema utilità soprattutto per supportare le scelte di programmazione della formazione, dell’orientamento e delle politiche del lavoro.

L’indagine è svolta in ogni provincia italiana dalla rete delle Camere di Commercio con quasi 300.000 interviste dirette o telefoniche all’anno (circa 100.000 per l’indagine annuale e 180.000 per le 4 indagini trimestrali), coinvolgendo le imprese di tutti i settori economici e di tutte le dimensioni. L’elevato numero di interviste e la metodologia complessiva adottata nella costruzione del campione consentono di ottenere dati statisticamente significativi per tutte le 105 province italiane (comprendendo le nuove province di Monza e Brianza e Fermo ed escludendo le nuove province della Sardegna e della Puglia). Per tale motivo Excelsior è considerata una delle più ampie indagini previste dal Programma Statistico Nazionale e rappresenta lo strumento informativo più completo disponibile in Italia per la conoscenza dei fabbisogni professionali e formativi delle imprese. Per ogni impresa vengono rilevati i programmi di assunzioni di personale per i dodici mesi successivi e le relative uscite in occasione dell’indagine annuale e per il trimestre successivo on occasione delle indagini trimestrali.

Le previsioni di assunzione delle imprese dell’industria, servizi, agricoltura registrate dal Sistema informativo Excelsior di Unioncamere e Ministero del Lavoro confermano al top della domanda di profili di laureati espressa dalle imprese Economia ed Ingegneria. Laurea e diploma restano la carta migliore per assicurarsi un posto di lavoro anche nell’anno in corso, ma cresce l’interesse delle aziende per chi ha scelto un percorso di formazione professionale e – indipendentemente dal titolo di studio – per candidati in possesso di un’esperienza lavorativa pregressa.

Sono 18.800 le assunzioni stagionali e non stagionali previste per gli economisti, 8.400 quelle pronte per gli ingegneri elettronici. Tuttavia i diversi indirizzi di ingegneria, sommati tra loro, arrivano quasi ad intaccare il primato dei dottori in Economia, con le loro 18.400 assunzioni complessive previste. All’indirizzo elettronico e dell’informazione, si aggiungono infatti i 5.300 posti di lavoro che saranno messi a disposizione degli ingegneri industriali (al terzo posto in classifica), 3.200 agli altri indirizzi di ingegneria e 1.500 all’indirizzo civile e ambientale. Quarto e quinto posto della classifica sono riservati ai laureati nelle materie dell’insegnamento della formazione (5.200) quindi a quelli con indirizzo sanitario-paramedico (4.900).

Si conferma nel 2014 la graduatoria degli indirizzi di diploma più richiesti emersa l’anno scorso: al vertice l’amministrativo-commerciale (48.300 assunzioni stagionali e non stagionali), seguito dal turistico-alberghiero (41.400) e da quello meccanico (20.200). L’industria dell’ospitalità è il motore principale della accresciuta domanda di lavoratori con qualifica professionale nel settore turistico-alberghiero: 34mila nel 2014, quasi 10.400 in più del 2013. A seguire, l’indirizzo meccanico (9.100) e quello socio-sanitario (8.600).

Fonte: il Sole24 ore del 26/08/2014 e Progetto Excelsior UnionCamere

Lascia un commento