Cosa fare dopo la maturità? Guida alla scelta consapevole

Se sei arrivato all’ultimo anno delle scuole superiori, probabilmente il tuo percorso scolastico sarà accompagnato da due pensieri ricorrenti: l’esame di maturità 2020 e la scelta del futuro dopo il diploma.

Se per quanto riguarda il primo aspetto bisognerà “semplicemente” studiare al meglio e gestire (per quanto possibile!) l’ansia e l’emozione, la decisione sul futuro porta con sé una serie di dubbi e incertezze.

La maggior parte degli studenti, infatti, arriva al quinto anno senza avere le idee chiare su cosa fare dopo il diploma: mi iscrivo all’Università? Ma qual è il corso di laurea adatto a me? Mi iscrivo all’accademia militare? Cerco lavoro?

Gli interrogativi sono tanti e spesso le risposte che troviamo non sono abbastanza esaustive, anche perché le alternative sono tante (soprattutto se pensiamo all’offerta formativa delle università).

Allora come fare? Qual è la strada giusta da seguire?

Cosa fare dopo il diploma?

Il primo consiglio che ci sentiamo di darti è di non prendere decisioni avventate, magari soltanto perché un parente ti ha consigliato una facoltà oppure perché hai sentito dire che quel corso “dà lavoro”.

Rifletti bene sulle strade che hai davanti, valuta tutte le alternative e cerca di ponderare le possibili “conseguenze”.

Tra i principali motivi di abbandono dell’Università c’è una scelta sbagliata a monte, per cui il corso di laurea frequentato in realtà non corrisponde ai propri interessi.

Ecco perché amiamo parlare di scelta consapevole: soltanto una decisione ponderata ti consentirà di esaltare il tuo potenziale nel corso degli studi e soprattutto in ottica lavorativa.

Ascoltare i consigli degli altri è positivo, ma l’orientamento alla scelta non può prescindere da un percorso di auto-analisi e auto-valutazione.

Soltanto tu puoi conoscere le tue aspirazioni, il tuo potenziale, gli obiettivi che vuoi raggiungere

Non è un percorso semplice, perché a volte ci capita di scoprire aspetti della nostra personalità che nemmeno pensavamo di avere.

Orientamento universitario: come fare una scelta consapevole

Uno dei metodi per fare una scelta consapevole è farsi le domande giuste su sé stessi e sulle proprie prospettive.

Mi sento più coscienzioso o disinvolto? Mi reputo un gran faticatore o sono poco volenteroso? Voglio raggiungere subito un’indipendenza economica?

Questi sono soltanto alcuni esempi di interrogativi da prendere in considerazione per “conoscersi a fondo”.

Un’altra strada è quella di partire dal tipo di diploma che conseguirai: non per fare una scelta scontata (mi diplomo al liceo scientifico, devo fare ingegneria o medicina) che potrebbe essere limitativa, ma al contrario per valutare bene tutte le alternative possibili in funzione delle conoscenze che hai acquisito nel corso dei cinque anni di scuola superiore.

Guida alla scelta del corso di laurea

Troverai quello che ci siamo appena detti (e molto, molto altro) nella nuova Guida completa alla scelta del corso di laurea.

Un libro che integra l’aspetto psico-attitudinale con le conoscenze sul mondo dell’Università e sugli sbocchi lavorativi cui è possibile accedere attraverso ogni percorso.

In omaggio con il volume l’accesso al questionario O.p.S. (Orientarsi per scegliere), che ti fornirà una serie di indicazioni utili per fare la scelta giusta.

ACQUISTALO ORA

Vuoi ricevere aggiornamenti dal mondo dell'Università?

Iscriviti alla nostra newsletter

Lascia un commento

Autore

Laureato in Comunicazione Pubblica e d’Impresa, giornalista pubblicista dal 2015. Amante della scrittura in tutte le sue forme, lettore appassionato nel tempo libero. In EdiSES da Marzo 2018, collaboro alla gestione del blog e dei profili social dedicati alle Ammissioni Universitarie.

Articoli correlati