Test di Ammissione e Accademie militari: 27 posti in più per diventare medico

Quest’anno sono stati banditi 10021 posti per l’ammissione ai corsi di laurea in medicina e chirurgia e 825 per l’accesso al corso di laurea in veterinaria. Qualche aspirante medico si concede la doppia possibilità con i corsi di laurea in lingua inglese, e qualcuno anche la tripla possibilità con gli atenei privati. Non molti però pensano alla possibilità che offrono le Accademie Militari del nostro Ministero dell’Interno…

A gennaio 2013 è stato bandito in gazzetta ufficiale il concorso per  l’ammissione di Allievi Ufficiali alla prima classe dei corsi normali delle Accademie Militare, Navale e Aeronautica, per la formazione di base degli Ufficiali dell’Esercito (100 posti con riserve) , della Marina (98 posti con riserve), dell’Aeronautica (74 posti con riserve) e dell’Arma dei Carabinieri (30 posti con riserve), per un totale di oltre 300 “posti di lavoro”.

Ora… il calcolo non è semplice, perchè, ad esempio, dei 100 destinati all’Accademia Militare solamente 11 saranno selezionati per il c.d. “Corpo Sanitario”, di cui 8 ammessi a frequentare il corso di laurea in Medicina e Chirurgia, 1 in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche (CTF) e 2 in Veterinaria; inoltre di questi 11 posti, 4 sono riservati ai frequentatori delle Scuole Militari…  ma questo non vuol dire che non sia una chance in più!  E, nello specifico, il totale dei posti totali messi a disposizione (riserve comprese) è di 27 posti per i Corpi Sanitari!!

Per entrare in un’Accademia Militare bisogna superare un concorso che prevede diverse prove:

– una prova scritta di preselezione

– prove di efficienza fisica

– accertamenti psicofisici

– accertamenti attitudinali

– prove scritte di italiano

– prove orali su varie materie

– conoscenza della lingua inglese

Ogni prova è settata a seconda di quale Accademia militare si scelga e c’è la possibilità di acquisire un punteggio maggiore attraverso delle prove supplementari (ad esempio la seconda lingua straniera).

Ovviamente durante il tirocinio e durante il corso bisogna attenersi alla vita militare ed alle sue regole… non basta quindi studiare il corso di laurea al quale si è stati assegnati per proseguire e finalizzare l’acquisizione del titolo di studi, ma bisogna essere ligi allo stile di vita militare.

Per chi al momento della presentazione della domanda vuole candidarsi come allievo destinato ai Corpi Sanitari, è prevista un’ulteriore prova di selezione culturale in biologia, chimica e fisica, a similitudine della selezione effettuata per l’accesso alle facoltà universitarie per i corsi di laurea specialistica/magistrale in medicina e chirurgia ovvero, ove previsto, in medicina veterinaria e CTF.

Tale selezione consta ovviamente in una prova a test a risposta multipla, che si esplica in sede e data unica per tutti i candidati a tutte le Accademie Militari il 6 giugno 2013 presso il Centro di Selezione e Reclutamento Nazionale dell’Esercito, viale Mezzetti 2, Foligno, con inizio alle 14.00.

Essendo il concorso già abbastanza difficile di per sé, la prova preselettiva ha caratteristiche differenti da quella Ministeriale: la prova, della durata di 60 minuti, consisterà nella somministrazione di 48 (quarantotto) quesiti a risposta multipla e predeterminata, ciascuno con 4 possibilità di risposta alternativa di cui una sola esatta, e l’attribuzione del punteggio sarà di 1 punto per ogni risposta esatta, meno 0,25 punti per ogni risposta sbagliata e 0 punti per ogni risposta non data.

Insomma, cari future matricole, dal nostro punto di vista, se avete le peculiarità adatte alla vita militare, quest è un’occasione da non lasciarvi sfuggire!