]

I corsi di laurea in Beni culturali (Classe L-1) durano tre anni e mirano a fornire una solida preparazione di base nei settori del patrimonio archeologico, storico-artistico, archivistico-librario, cinematografico, teatrale e musicale. Il laureato acquisirà un’adeguata conoscenza della storia delle arti in Italia e in Europa, elevate capacità di utilizzare fonti archivistiche e librarie, competenze specifiche sui beni culturali e sulle relative istituzioni presenti sul territorio, abilità nell’impostazione di progetti per la realizzazione di iniziative volte alla valorizzazione dei beni culturali del territorio e le principali tecniche di ricerca archivistica, libraria e storico-artistica.

Propensione artistica: qual è il corso di laurea più idoneo ai tuoi interessi? Scoprilo con un test

Il piano di studi

Attività di base

 

ambito disciplinare settore CFU
Lingua e letteratura italiana L-FIL-LET/10 Letteratura italiana 6
Discipline storiche M-STO/04 Storia contemporanea
M-STO/02 Storia moderna
M-STO/01 Storia medievale
L-OR/14 Filologia, religioni e storia dell’Iran
L-OR/02 Egittologia e civilta’ copta
L-ANT/03 Storia romana
L-ANT/02 Storia greca
L-ANT/01 Preistoria e protostoria
18
Civiltà antiche e medievali L-FIL-LET/07 Civilta’ bizantina
L-FIL-LET/06 Letteratura cristiana antica
L-FIL-LET/05 Filologia classica
L-FIL-LET/04 Lingua e letteratura latina
L-FIL-LET/02 Lingua e letteratura greca
12
Discipline geografiche e antropologiche M-GGR/01 Geografia
M-DEA/01 Discipline demoetnoantropologiche
BIO/08 Antropologia
6
Totale Attività di Base: 42

 

Attività caratterizzanti

 

ambito disciplinare settore CFU
Legislazione e gestione dei beni culturali IUS/10 Diritto amministrativo 6
Discipline relative ai beni storico-archeologici e artistici, archivistici e librari, demoetnoantropologici e ambientali M-STO/09 Paleografia
M-STO/08 Archivistica, bibliografia e biblioteconomia
L-OR/16 Archeologia e storia dell’arte dell’India e dell’Asia centrale
L-OR/06 Archeologia fenicio-punica
L-OR/05 Archeologia e storia dell’arte del vicino oriente antico
L-FIL-LET/05 Filologia classica
L-ART/07 Musicologia e storia della musica
L-ART/04 Museologia e critica artistica e del restauro
L-ART/03 Storia dell’arte contemporanea
L-ART/02 Storia dell’arte moderna
L-ART/01 Storia dell’arte medievale
L-ANT/10 Metodologie della ricerca archeologica
L-ANT/09 Topografia antica
L-ANT/08 Archeologia cristiana e medievale
L-ANT/07 Archeologia classica
FIS/07 Fisica applicata (a beni culturali, ambientali, biologia e medicina)
CHIM/12 Chimica dell’ambiente e dei beni culturali
42
Totale Attività Caratterizzanti 48

 

Attività affini

 

ambito disciplinare settore CFU
Attività formative affini o integrative SPS/08 Sociologia dei processi culturali e comunicativi
M-STO/09 Paleografia
M-STO/08 Archivistica, bibliografia e biblioteconomia
M-STO/07 Storia del cristianesimo e delle chiese
M-STO/05 Storia delle scienze e delle tecniche
M-STO/04 Storia contemporanea
M-STO/02 Storia moderna
M-STO/01 Storia medievale
M-GGR/01 Geografia
M-DEA/01 Discipline demoetnoantropologiche
L-OR/16 Archeologia e storia dell’arte dell’India e dell’Asia centrale
L-OR/14 Filologia, religioni e storia dell’Iran
L-OR/08 Ebraico
L-OR/06 Archeologia fenicio-punica
L-OR/05 Archeologia e storia dell’arte del vicino oriente antico
L-OR/02 Egittologia e civilta’ copta
L-LIN/10 Letteratura inglese
L-FIL-LET/07 Civilta’ bizantina
L-FIL-LET/06 Letteratura cristiana antica
L-FIL-LET/05 Filologia classica
L-FIL-LET/04 Lingua e letteratura latina
L-FIL-LET/02 Lingua e letteratura greca
L-ART/08 Etnomusicologia
L-ART/07 Musicologia e storia della musica
L-ART/06 Cinema, fotografia e televisione
L-ART/04 Museologia e critica artistica e del restauro
L-ART/03 Storia dell’arte contemporanea
L-ART/02 Storia dell’arte moderna
L-ART/01 Storia dell’arte medievale
L-ANT/10 Metodologie della ricerca archeologica
L-ANT/09 Topografia antica
L-ANT/08 Archeologia cristiana e medievale
L-ANT/07 Archeologia classica
L-ANT/06 Etruscologia e antichita’ italiche
L-ANT/04 Numismatica
L-ANT/03 Storia romana
L-ANT/02 Storia greca
L-ANT/01 Preistoria e protostoria
FIS/07 Fisica applicata (a beni culturali, ambientali, biologia e medicina)
CHIM/12 Chimica dell’ambiente e dei beni culturali
BIO/08 Antropologia
54
Totale Attività Affini 54

 

Altre attività

 

CFU
A scelta dello studente 12
Per la prova finale 6
Per la conoscenza di almeno una lingua straniera 6
Abilità informatiche e telematiche 6
Tirocini formativi e di orientamento 6
Totale Altre Attività 36

 

TOTALE CREDITI 180

 

Accesso

I corsi di laurea in Beni culturali non rientrano nella normativa sull’accesso programmato nazionale, ma ciascuna Università può limitare le immatricolazioni istituendo il numero programmato e definendo una prova di ammissione selettiva. Inoltre, in virtù del D.M. 509/1999, per il quale i regolamenti didattici “richiedono il possesso o l’acquisizione di un’adeguata preparazione iniziale”, i singoli Atenei possono istituire una prova di orientamento che non è vincolante per l’iscrizione al corso ma ha il solo scopo di valutare la preparazione iniziale degli studenti. È importante, dunque, leggere attentamente il bando pubblicato dall’Ateneo presso cui ci si vuole iscrivere.

Sbocchi occupazionali

I corsi di laurea in Beni culturali offrono sbocchi professionali nelle attività di studio, catalogazione, conservazione, tutela, valorizzazione e promozione dei beni culturali (archivistici, librari, artistici), da svolgersi presso soprintendenze, musei, biblioteche, archivi, cineteche e fondazioni. Tra i profili professionali che i laureati in Beni culturali possono ricoprire si segnalano il direttore di museo, l’archivista dei beni culturali, l’art advisor, operatore museale e Organizzatore di eventi culturali. Inoltre possono intraprendere le professioni di direttore di organizzazioni culturali, esperto di marketing culturale e restauratore.

Mercato del lavoro

Dalla XXI rilevazione AlmaLaurea risulta che a un anno dalla laurea triennale:

  • il 16,1% dei laureati lavora e non è iscritto ad una laurea di secondo livello;
  • il 13,7% lavora ed è iscritto ad una laurea di secondo livello;
  • il 54,4% non lavora ed è iscritto ad una laurea di secondo livello;
  • il 6,8% non lavora, non è iscritto ad una laurea di secondo livello e non cerca;
  • il 9% non lavorano, non è iscritto ad una laurea di secondo livello ma cerca.

Il guadagno medio mensile è di 757 euro.