I risultati del test Medicina 2018: graduatoria e scorrimenti

Ci siamo quasi: il grande giorno che tutti gli aspiranti medici stanno aspettando con ansia è quasi arrivato.

Martedì 2 Ottobre, infatti, sarà pubblicata la graduatoria nazionale del test Medicina 2018.

Dopo la pubblicazione della graduatoria anonima e la possibilità per i candidati di visionare nell’area riservata del sito Universitaly la scheda anagrafica e il riepilogo della prova svolta, il MIUR comunicherà ufficialmente chi sono gli studenti che potranno coronare subito il sogno di immatricolarsi ai corsi di laurea in Medicina e Odontoiatria.

Con i risultati ufficiali verificheremo se le nostre previsioni sul punteggio minimo Medicina sono state più o meno esatte.

Risultati Test Medicina 2018: assegnato o prenonato?

Nella graduatoria test medicina 2018 pubblicata dal Ministero, i candidati potranno essere assegnati o prenotati agli Atenei che hanno indicato nelle loro preferenze iniziali.

Il candidato assegnato ha la possibilità immediata di immatricolarsi presso l’Università indicata come prima scelta, ma dovrà procedere tassativamente entro 4 giorni.

Il candidato prenotato, invece, non rientra nei posti disponibili della sua prima preferenza, ma ha la possibilità di “prenotarsi” in un’altra sede tra quelle indicate come preferenze successive alla prima.

Scorrimenti Medicina: quando partono?

Il primo scorrimento del test di Medicina e Odontoiatria è previsto per il 10 ottobre. Successivamente, più o meno ogni sette giorni, il Cineca comunicherà i successivi scorrimenti?

Cosa succede quando vengono pubblicati gli scorrimenti?

Lo scorrimento rappresenta praticamente una nuova graduatoria aggiornata alle eventuali rinunce all’immatricolazione dei candidati che ne hanno diritto: in questo modo i candidati che inizialmente risultano prenotati possono accedere alla loro prima scelta. Se non si liberano posti presso l’Università indicata come prima preferenza, è possibile comunque che vengano liberati posti “più in alto” nella lista delle preferenze.

Le alternative al corso di laurea in Medicina

Cosa fare se non si supera il test d’ingresso a Medicina? La prima cosa importante è non scoraggiarsi!

Ci sono delle soluzioni alternative per evitare di perdere un anno. E’ possibile, ad esempio, iscriversi a uno dei corsi di laurea che consentono di convalidare gli esami in caso di superamento del test ammissione 2019.

Prima di decidere il corso di laurea, è consigliabile ovviamente rivolgersi alle segreterie didattiche universitarie per essere certi della possibilità di convalidare gli esami sostenuti.

Hai mai sentito parlare dell’articolo 6La norma prevede la possibilità di sostenere fino a due esami di Medicina anche se si è iscritti ad un altro corso di laurea. Anche in questo caso però, bisogna rivolgersi alle Università di riferimento per chiedere spiegazioni e conoscere i dettagli del regolamento normativo.

Lascia un commento

Autore

Laureato in Comunicazione Pubblica e d’Impresa, giornalista pubblicista dal 2015. Amante della scrittura in tutte le sue forme, lettore appassionato nel tempo libero. In EdiSES da Marzo 2018, collaboro alla gestione del blog e dei profili social dedicati alle Ammissioni Universitarie.

Articoli correlati