Tecniche di neurofisiopatologia

Il corso di laurea

Il corso in Tecniche di neurofisiopatologia appartiene alla Classe delle Professioni Sanitarie Tecniche.

I laureati sono operatori sanitari impegnati nell’ambito della diagnosi delle patologie del sistema nervoso e applicano direttamente, su prescrizione medica, le metodiche diagnostiche specifiche in campo neurologico e neurochirurgico (elettroencefalografia, elettroneuromiografia, poligrafia, potenziali evocati, ultrasuoni). Essi sono specializzati nell’uso delle complesse apparecchiature e strumentazioni adottate nei laboratori sperimentali e nella pratica diagnostica e terapeutica in campo neurologico.

Sei portato per le Professioni Sanitarie? Scoprilo con un test

Il piano di studi

Attività di base

ambito disciplinare settore CFU
Scienze propedeutiche MED/01 Statistica medica
ING-INF/07 Misure elettriche e elettroniche
INF/01 Informatica
FIS/07 Fisica applicata (a beni culturali, ambientali, biologia e medicina)
11
Scienze biomediche MED/05 Patologia clinica
MED/04 Patologia generale
MED/03 Genetica medica
BIO/17 Istologia
BIO/16 Anatomia umana
BIO/13 Biologia applicata
BIO/10 Biochimica
BIO/09 Fisiologia
13
Primo soccorso MED/41 Anestesiologia
MED/18 Chirurgia generale
MED/09 Medicina interna
5
Totale Attività di Base: 29

 

Attività caratterizzanti

ambito disciplinare settore CFU
Scienze e tecniche di neurofisiopatologia MED/50 Scienze tecniche mediche applicate
MED/48 Scienze infermieristiche e tecniche neuro-psichiatriche e riabilitative
MED/39 Neuropsichiatria infantile
MED/33 Malattie apparato locomotore
MED/26 Neurologia
MED/11 Malattie dell’apparato cardiovascolare
MED/10 Malattie dell’apparato respiratorio
43
Scienze medico-chirurgiche MED/17 Malattie infettive
BIO/14 Farmacologia
2
Scienze della prevenzione e dei servizi sanitari MED/50 Scienze tecniche mediche applicate
MED/45 Scienze infermieristiche generali, cliniche e pediatriche
MED/44 Medicina del lavoro
MED/43 Medicina legale
MED/42 Igiene generale e applicata
MED/37 Neuroradiologia
MED/36 Diagnostica per immagini e radioterapia
9
Scienze interdisciplinari cliniche MED/34 Medicina fisica e riabilitativa
MED/30 Malattie apparato visivo
MED/27 Neurochirurgia
MED/25 Psichiatria
6
Scienze umane e psicopedagogiche M-PSI/01 Psicologia generale 2
Scienze interdisciplinari ING-INF/06 Bioingegneria elettronica e informatica 2
Scienze del management sanitario IUS/07 Diritto del lavoro 2
Tirocinio differenziato per specifico profilo MED/50 Scienze tecniche mediche applicate
MED/49 Scienze tecniche dietetiche applicate
MED/48 Scienze infermieristiche e tecniche neuro-psichiatriche e riabilitative
MED/46 Scienze tecniche di medicina di laboratorio
60
Totale Attività Caratterizzanti 126

 

Attività affini

ambito disciplinare settore CFU
Attività formative affini o integrative MED/38 Pediatria generale e specialistica 1
Totale Attività Affini 1

 

Altre attività

CFU
A scelta dello studente 6
Per la prova finale 6
Per la conoscenza di almeno una lingua straniera 3
Altre attività quali l’informatica, attività seminariali ecc. 6
Laboratori professionali dello specifico SSD 3
Totale Altre Attività 24

 

TOTALE CREDITI 180

 

Accesso

Il corso di laurea in Tecniche di neurofisiopatologia rientra nella disciplina della legge n. 264 del 1999 che ne stabilisce il numero programmato a livello nazionale. La prova di ammissione viene elaborata dalle singole Università sulla base delle disposizioni del Miur che ogni anno con appositi decreti ministeriali comunica gli argomenti, i programmi e il numero dei posti disponibili nei vari Atenei italiani. Ci si può iscrivere al test anche in più Università, ma si può sostenere la prova in uno solo degli atenei prescelti, giacché la data di svolgimento del test è la stessa in tutta Italia.

Sbocchi occupazionali

Il tecnico di neurofisiopatologia può trovare lavoro nelle strutture sanitarie pubbliche e private, negli istituti e laboratori universitari, negli studi di neurologia, sia come dipendente che come libero professionista. Nelle strutture private, le capacità tecniche possedute e l’esperienza maturata rappresentano le migliori opportunità di sviluppo della carriera. Gli sbocchi professionali dovrebbero, in un prossimo futuro, aumentare, soprattutto nelle strutture private che dovranno uniformarsi ai dettami del Ministero della Sanità, che affida al tecnico di neurofisiopatologia, sotto supervisione medica, la registrazione del cosiddetto elettroencefalogramma piatto ai fini dell’accertamento medico legale della morte cerebrale.

Il mercato del lavoro

Secondo il XXI Rapporto AlmaLaurea, tra i laureati nelle Professioni Sanitarie Tecniche, a un anno dalla laurea:

  • il 51,4% lavora e non è iscritto ad un corso di laurea di secondo livello;
  • il 5% lavora ed è iscritto alla specialistica;
  • il 15,8% non lavora ed è iscritto ad un corso di laurea di secondo livello;
  • il 6,5% non lavora, non è iscritto ad un corso di laurea di secondo livello e non cerca;
  • il 21,3% non lavora, non studia ma cerca occupazione.

Lo stipendio mensile netto medio è di 1.236 euro.