Analisi del test IMAT 2015 e punteggio minimo di ammissione

In questo articolo cercheremo di stimare il punteggio di accesso per quest’anno attraverso l’analisi e il confronto di questa prova con il test 2014 IMAT e con il test di medicina in italiano dell’8 settembre 2015.

I partecipanti e la struttura al test IMAT 2014

Per prima cosa consideriamo il numero di partecipanti pari a 3885 per 200 posti, un rapporto di 1 a 19, apparentemente alto, ma in calo rispetto al 2014. L’anno scorso il rapporto era circa di 1 a 32.

Logica: test per complessità e bilanciamento simile alla prova 2014. Anche quest’anno sono stati proposti quesiti di logica matematica con un aspetto maggiormente “figurativo” o “geometrico” rispetto al test 2015 in lingua italiana. Possiamo dire che c’è una vaga somiglianza tra questa logica matematica e quella del test di architettura. Tutto questo in linea con la prova IMAT 2014.

Cultura generale: due domande non di tipo scolastico.

Biologia e chimica: domande simili alla prova del 2014 per tipologia e complessità con la presenza di qualche figura o tabella come maggiormente richiesto nelle prove in Inghilterra. Confrontando questa prova con il test in Italiano dei giorni scorsi si evince, nella prova IMAT, una maggiore semplicità dei quesiti in particolare nella sezione di chimica.

Matematica e Fisica: complessità più o meno similare a quella del 2014 con diverse domande fattibili per chi ha una discreta conoscenza delle materie. Le domande di matematica sono state di tipo scolastico e abbastanza semplici, mentre si è avuta una fisica maggiormente articolata. In genere i test di fisica nelle prove delle Università inglesi sono più complessi di quelli proposti in Italia.

La lunghezza della prova (circa 36 pagine) è in linea con il test 2014 IMAT.

Resta sempre aggiornato, iscriviti alla nostra newsletter!

Il punteggio di ammissione al test IMAT

Nel 2014 il punteggio minimo di accesso nazionale è stato pari a circa a 40 (con un punteggio di scorrimento fino a 33 punti per il posto 480). Quest’anno il punteggio sarà in calo non tanto per la complessità della prova, ma quanto per il rapporto posti partecipanti più favorevole.

Possiamo un ipotizzare punteggio minimo di accesso (senza scorrimento) in un intervallo compreso tra 37 e 39 punti, ma si tratta solo di una stima e va considerata come tale

Lo scorrimento anche quest’anno sarà considerevole, però poiché non è prevedibile il numero di rinunce non è possibile effettuare ipotesi in merito.

Un consiglio importante per coloro che hanno partecipato al test IMAT o ad altri concorsi è quello di seguire costantemente gli scorrimenti. Poiché le casistiche per cui si rendono posti disponibili non sono legate solo alle rinunce dei vincitori ma anche ad altri situazioni particolari (ad esempio alcuni vincitori di un concorso vengono ammessi al secondo anno accademico e quindi si liberano nuovi posti per il primo anno), tali scorrimenti seguono regole non prevedibili.  Quindi può capitare anche uno scorrimento di graduatoria di 100 posti in pochi giorni.

Seguiteci anche su Facebook per rimanere sempre aggiornati!

Prof. Marco Bonora

www.marcobonora.it

ARTICOLI CORRELATI:

Lascia un commento

Comments

  • Mic 1 ottobre 2015 at 15:58

    Ciao, probabilmente ho totalizzato 35 punti al test IMAT a Milano. ci possono essere speranze per me?

    GRAZIE!

    Reply
    • Rossella 2 ottobre 2015 at 14:18

      Ciao Mic, stiamo ancora analizzando i risultati anonimi dell’IMAT pubblicati in settimana e al momento non ci è possibile fare una stima verosimile. Se dovessero risultare corrette le nostre ipotesi dell’articolo “analisi del test IMAT” dovresti poter sperare negli scorrimenti.

      Reply

Autore

Direttore didattico del settore formazione di EdiSES, è uno dei massimi esperti nella didattica orientata ai test. Ha insegnato in corsi universitari, partecipa a convegni, a progetti di formazione per docenti ed insegna nelle scuole le tecniche di risoluzione dei test. E’ autore di numerosi libri tra cui: "Superare la prova a test" – EdiSES, 2015, 18 euro

Articoli correlati