Analisi del test di Veterinaria 2015 e punteggio minimo di Accesso

Il concorso per Veterinaria è risultato piuttosto impegnativo, sia per la difficoltà della prova d’accesso sia per il numero esiguo di posti rispetto ai partecipanti, con un rapporto quasi di 1 accesso ogni 10 concorrenti.

Confermate dunque le voci che erano circolate il pomeriggio stesso del test nella nostra pagina Facebook: una selezione veramente dura per essere nei 717 classificati e risultare vincitori.

La struttura del Test di Veterinaria 2015

Analizziamo la prova nel dettaglio comparandola con quella del 2014.  Inoltre, come già anticipato, per il test 2015/2016 sono calate tutte le iscrizioni ad eccezione dei futuri veterinari, che hanno trovato molti più concorrenti di quanto supponessero.

Chimica: domande maggiormente articolate, di conseguenza hanno richiesto un maggior tempo nella risoluzione. Leggermente più difficili nel complesso rispetto al 2014.

Logica: bilanciamento analogo al 2014 con circa metà brani e metà problem solving. I quesiti di problem solving erano leggermente più semplici rispetto al 2014.

Biologia: la prova è risultata più impegnativa con domande sia un po’ più difficili sia più articolate. In generale si può affermare che questi quesiti erano più complessi di quelli del 2014.

Matematica e fisica: complessità in linea con il 2014. Le domande anche quest’anno non erano banali, ma richiedevano conoscenze generali delle discipline e le loro applicazioni.

Resta sempre aggiornato, iscriviti alla nostra newsletter.

La prova – analizzando tutti i fattori – è risultata più complicata rispetto al 2014 non per tanto per la difficoltà delle domande ma per la lunghezza dei quesiti. Rispetto al test 2014, osservando il numero di pagine della prova ufficiale, questo test è stato circa il 20% più lungo, cioè a parità di complessità erano necessari circa venti minuti in più per svolgere la prova. Di conseguenza molti studenti hanno incontrato difficoltà a svolgere completamente la prova nei tempi richiesti.

Il punteggio minimo di accesso a Veterinaria

Veniamo alla stima del punteggio minimo di accesso. Nel 2014 il punteggio è stato pari a circa 39 inizialmente fino ad arrivare a 33 a scorrimento a Bari e Sassari.

Quest’anno possiamo un ipotizzare punteggio minimo di accesso (senza scorrimento) in un intervallo compreso tra 35 e 38 punti ma si tratta solo di una stima e va considerata come tale.

Preparati al test di ammissione 2016 a Veterinaria con Editest

Consulta anche le statistiche di ammissione a Veterinaria 2014

Scritto da Prof. Marco Bonora
www.marcobonora.it

Lascia un commento

Autore

Direttore didattico del settore formazione di EdiSES, è uno dei massimi esperti nella didattica orientata ai test. Ha insegnato in corsi universitari, partecipa a convegni, a progetti di formazione per docenti ed insegna nelle scuole le tecniche di risoluzione dei test. E’ autore di numerosi libri tra cui: "Superare la prova a test" – EdiSES, 2015, 18 euro

Articoli correlati