Abolizione del test di Medicina: un’ipotesi possibile?

La notizia del giorno è senz’altro relativa all’ipotesi di abolizione test medicina. Una speranza per migliaia di aspiranti medici, alimentata in maniera addirittura spasmodica dal comunicato stampa sulla manovra pubblicato dal sito della presidenza del Consiglio dei Ministri.

Citiamo testualmente quanto scritto nel comunicato: “Abolizione del numero chiuso nelle Facoltà di Medicina: si abolisce il numero chiuso nelle Facoltà di Medicina, permettendo così a tutti di poter accedere agli studi”.

Poche righe che hanno scatenato gli studenti che sognano di accedere liberamente a una delle facoltà più ambite evitando il test di ammissione.

Test ammissione Medicina 2018: quanti aspiranti medici in attesa?

Il test Medicina 2018 ha visto più di 67mila candidati concorrere per 9.799 posti disponibili: una differenza per qualcuno fin troppo ampia.

Attualmente, dopo la pubblicazione delle graduatorie ufficiali, sono tantissimi gli studenti che sperano di immatricolarsi presso una delle Università indicate come preferenze in fase di iscrizione a seguito di uno o più scorrimenti.

Ma cosa fare se non si supera il test di ammissione? Ecco una serie di soluzioni alternative

Test Medicina 2019: sarà abolito il numero chiuso?

La domanda è semplice: sarà abolito il numero chiuso? La risposta, a quanto pare, non è proprio imemdiata.

A seguito del comunicato, infatti, anche il ministro Bussetti non ha saputo dare certezze al riguardo: sembra che il numero programmato nazionale sia destinato a resistere ancora per diverso tempo.

Potrebbe aumentare, a breve termine, il numero dei posti disponibili ma l’abolizione del numero chiuso non sembra, allo stato attuale, un provvedimento a breve termine.

A conferma di quanto appena detto sono arrivate le dichiarazioni dal Consiglio dei Ministri: “Si tratta di un obiettivo politico di medio periodo. Potrà prevedere un percorso graduale di aumento dei posti disponibili, fino al superamento del numero chiuso”.

Abolizione test d’ingresso Medicina: la decisione migliore?

In attesa di sapere se l’ipotesi di abolizione del test di medicina sia una strada percorribile a tutti gli effetti, ci si interroga se questo provvedimento possa essere davvero la chiave per migliorare l’efficienza e il livello dei corsi di laurea in medicina, oppure eliminare il test d’ingresso possa rappresentare in realtà un peggioramento dell’offerta formativa delle Università italiane.

Forti, e contrastanti, le reazioni di studenti e addetti ai lavori sui social. C’è chi parla di una “rivoluzione necessaria” e chi auspica che “il governo faccia subito un passo indietro”.

Il dibattito è aperto: tu cosa ne pensi?

Facci sapere la tua idea qui sul blog o sulla nostra pagina facebook.

Lascia un commento

Autore

Laureato in Comunicazione Pubblica e d’Impresa, giornalista pubblicista dal 2015. Amante della scrittura in tutte le sue forme, lettore appassionato nel tempo libero. In EdiSES da Marzo 2018, collaboro alla gestione del blog e dei profili social dedicati alle Ammissioni Universitarie.

Articoli correlati